Calorie, i momenti della giornata in cui si consuma più energia

Uno studio ha dimostrato come l'orologio biologico possa influenzare in modo determinante il consumo di energia nell'arco della giornata

Trovare il modo per bruciare calorie e, dunque, dimagrire o quantomeno restare in forma, è uno degli obiettivi principali di chi tiene a cuore la propria forma fisica.

In questo senso il ritmo circadiano individuale, ovvero l’orologio interno che regola sonno e veglia, pressione sanguigna, vari ormoni e altri elementi, diventa fondamentale nel modulare i momenti della giornata durante i quali si consumano più o meno calorie a seconda delle caratteristiche di ognuno.

Infatti, anche quando si è riposo, e dunque non impegnati in grossi sforzi fisici, si spreca energia, argomento questo che è stato oggetto di indagine da parte dei ricercatori della Harvard Medical School e del Brigham and Women’s Hospital di Boston.

Lo studio pubblicato su Current Biology ha rilevato come anche quando non si compiono azioni si consumano energie: in particolare, il nostro corpo lavora al minimo la mattina presto, poco prima del risveglio, e accelera nel tardo pomeriggio e di sera, con uno sprint abbastanza consistente (circa il 10% del fabbisogno giornaliero, pari appunto a 100 calorie e oltre).

Lo studio 

Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno studiato sette partecipanti nel corso di un mese all’interno di un laboratorio senza finestre né orologi. I volontari non hanno avuto accesso al telefono né al web e hanno dovuto registrare con precisione gli orari del sonno, della sveglia e dei pasti.

Ogni notte, in particolare, i volontari andavano a letto quattro ore più tardi della notte precedente.

E’ stato così che gli scienziati hanno scoperto che i partecipanti bruciavano meno calorie nel pieno della notte, quando la temperatura corporea scende, mentre il massimo impiego di energia era all’apice 12 ore dopo, nel tardo pomeriggio e alla sera.

L’esito dell’esperimento ha rilevato come i ritmi circadiani possano influenzare in profondità il metabolismo, punto di partenza per ulteriori ricerche volte a comprendere se questi cambiamenti possano ripercuotersi sull’assunzione di peso per chi riposa male.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento