Come distinguere l'allergia dal Covid-19: sintomi e differenze

Tutte le indicazioni della Dr.ssa Marina Ventura, allergologa in libera professione presso l'Unisalus di Milano

Congestione nasale, naso che cola, starnuti, congiuntivite e talvolta anche eruzioni cutanee. I vari tipi di allergie primaverili possono causare forme di rinocongiuntivite e asma da pollinosi. Sintomi respiratori che, puntualmente, con l'arrivo della primavera, accomunano diversi soggetti, ma che quest'anno possono creare un po’ di apprensione a causa della pandemia di coronavirus. 

Quella che più correttamente è definita rinite allergica potrebbe infatti far pensare ai sintomi del Covid-19 oppure, al contrario, potrebbe essere presa alla leggera e nascondere, invece, qualcosa di più grave. Come distinguere i sintomi dell'allergia dai sintomi del coronavirus? A rispondere ai dubbi dei cittadini ci pensa la Dr.ss Marina Ventura, allergologa in libera professione presso l’Unisalus di Milano, che sul suo sito pubblica tutte le risposte alle domande pù comuni per sgomberare il campo da paure inutili e fake news. 

Un paziente allergico è a rischio più di altri di contrarre il Covid-19?

Falso. In quanto paziente allergico non rischi più di altri di contrarre il coronavirus. Però devi ricordarti che soffri di una malattia cronica.

Quindi devi prestare maggiore attenzione a questi due comportamenti:

  • Distanziamento sociale
  • Corretto uso delle mascherine chirurgiche

Dunque non sei più a rischio, ma nel momento in cui i tuoi sistemi di difesa immunitaria sono già “impegnati”, dovresti cercare di evitare qualsiasi tipo di infezione. Che sia Covid-19 o altra infezione.

Devo usare la mascherina?

Vero. Ma non solo per il virus. Anzi.

La mascherina infatti protegge  dal carico pollinico, visto che i pollini hanno delle dimensioni maggiori rispetto a quelle dei virus. Grazie alle mascherine vengono efficacemente trattenuti.

I farmaci per l’asma come steroidi e broncodilatatori abbassano le difese immunitarie?

Falso. Invece sono utili perché permettono al polmone di rendere al massimo della sua efficacia.

Sempre però partendo dal presupposto che ogni terapia va intrapresa con il proprio medico curante. E va proseguita e mantenuta insieme a lui in modo corretto.

Raffreddore allergico o da Covid-19, come li distinguo?

Il raffreddore allergico, è comunemente chiamato rinorrea. Si tratta di una secrezione liquida e trasparente.

La congestione da Covid-19 non ha queste caratteristiche.

Congiuntivite allergica o congiuntivite da Covid-19?

Una congiuntive allergica ha queste caratteristiche:

  • Bruciore
  • Prurito
  • Lacrimazione bilaterale (colpisce entrambe gli occhi)

Nell’infezione e congiuntivite da Covid-19, invece, si ha secrezione e non sempre è bilaterale. Può cioè colpire un solo occhio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Contagi, 123 casi nel modenese: 2 in Terapia Intensiva. Quattro decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento