rotate-mobile
Mercoledì, 29 Novembre 2023
Benessere

Eliminare la plastica dall'abbigliamento: 10 tessuti da prediligere per il nostro benessere

Numerosi e in continua crescita sono i capi d'abbigliamento composti da alte percentuali di plastica che ogni anno vengono prodotti e messi sul mercato. Ma le alternative ci sono.

Lo sappiamo: la plastica è uno dei principali materiali che contribuiscono ad inquinare il pianeta. Secondo uno studio condotto dalla rivista Nature, ad esempio, nell’oceano Artico si concentrano 40 particelle di microplastiche per metro cubo; di queste, la stragrande maggioranza provengono dal poliestere. Un problema a cui contribuisce anche il settore dell’abbigliamento: numerosi e in continua crescita sono i capi d'abbigliamento composti da alte percentuali di plastica che ogni anno vengono prodotti e messi sul mercato.

Quali materiali prediligere, allora, quando ci accingiamo ad acquistare un capo d'abbigliamento?

Di seguito, una lista con tessuti e materiali da scegliere per il benessere nostro e dell'ambiente:

1. La juta: materiale povero, ma sempre più in voga, è in grado di assorbire 15 tonnellate di anidride carbonica e ne rilascia 11 di ossigeno in una sola stagione, aiutando a pulire l’aria.

2. La pelle: realizzata a partire da prodotti di scarto, si inserisce all’interno di un’economia di riciclo. Attenzione però a scegliere pelle metal free, con un basso impatto sull’ambiente.

3. I prodotti che prendono le mosse della natura: per evitare le materie plastiche, è possibile osservare la natura. Un esempio? Un prodotto che, ispirandosi alle foglie di loto, permette di realizzare capi idrorepellenti.

4. Il lyocell: una fibra tessile estratta dalla cellulosa della pianta di eucalipto.

5. I materiali tinti con coloranti naturali: come ricorda il Financial Times, molti stilisti stanno tornando alle origini utilizzando coloranti vegetali per tingere i tessuti, così come si faceva fino a metà del XIX secolo. Un metodo molto meno inquinante.

6. I denti di seppia: i ricercatori della Penn State University, sono riusciti a scoprire l’enorme potenziale di questa parte del mollusco che, grazie alle proteine che la compongono, è molto simile alla seta.

7. Il caffè: come riporta la versione inglese di Fashion United, una creativa startup finlandese è riuscita a realizzare scarpe da tennis utilizzando i fondi del caffè. Ogni paio è composto da 21 tazze.

8. Il cupro: come riporta El País, è uno dei materiali di tendenza per la prossima stagione. Le sue origini rimontano al 1987 ed è realizzato con materie prime riciclate come il cotone.

9. Il lino: un materiale comodo, versatile e soprattutto biodegradabile composto per il 70% da cellulosa.

10. La canna da zucchero: utilizzato per i vestiti e, da poco anche per le mascherine. Un’azienda di Taiwan, infatti, è riuscita a dare vita a dispositivi di protezione individuale proprio con questo materiale naturale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eliminare la plastica dall'abbigliamento: 10 tessuti da prediligere per il nostro benessere

ModenaToday è in caricamento