SIMOvies

SIMOvies

Big Little Lies - Piccole grandi bugie | Una serie da guardare

Un cast d’eccezione per una serie di altrettanto alto livello. Voto: 8

“Ogni menzogna è due bugie: la bugia che raccontiamo agli altri e la bugia che raccontiamo a noi stessi per giustificarla.”

Madeline, Celeste e Jane sono tre amiche e madri che vivono a Monterey. Ciascuna di loro deve affrontare delle questioni più o meno gravi che convoglieranno in un unico grande problema che li coinvolge tutti ed inevitabilmente le bugie diventeranno sempre maggiori.

Il progetto inizialmente era stato pensato come una miniserie che doveva concludersi con la fine della prima stagione, ma a seguito dello straordinario successo riscontrato da critica e pubblico, l'emittente televisivo HBO ha deciso di rinnovarlo con sette nuove puntate. Ad occuparsi della regia dei sette episodi iniziali non è altro che Jean-Marc Vallée, regista anche di "Sharp Objects", che ha portato nella serie la sua inconfondibile impronta caratterizzata da salti temporali, da una fotografia cupa e da un ritmo lento. Nella seconda stagione il timone è passato ad  Andrea Arnold dimostrandosi anche lei molto abile dietro la macchina da presa, sebbene presenti uno stile meno introspettivo rispetto al suo predecessore.

Il cast è composto da nomi importanti del mondo del cinema come i premi Oscar  Reese Witherspoon e Nicole Kidman, ma anche da altri celebri attori quali Shailene Woodley, Alexander Skarsgård, Laura Dern e Zoë Kravitz. Inutile dire che le loro performance sono davvero lodevoli e perfettamente in parte. Inoltre nella seconda stagione si aggiunge un nuovo membro alla troupe: Meryl Streep. Il ruolo da lei interpretato presenta alcune caratteristiche particolari non facili da impersonare, ma l'attrice statunitense è riuscita perfettamente nell'intento rendendo, in aggiunta ad un'ottima scrittura, il suo personaggio il più interessante della stagione.

La storia raccontata in tutte e quattordici le puntate è molto potente dal punto di vista emotivo per via dei numerosi temi toccati. Un pregio della prima stagione è nel riuscire a mettere sullo stesso piano tutte le problematiche che si ritrovano ad affrontare le nostre protagoniste. In questo modo lo spettatore riesce a coinvolgersi appieno nella storia empatizzando con i vari personaggi. Al contrario nella seconda stagione c’è un unico grande problema che riesce a creare gran pathos tra il pubblico, ma predomina inesorabilmente su tutti gli altri togliendo quell'equilibrio che nelle precedenti sette puntate si era riuscito a creare. Infatti ci sono diverse questioni divenute secondarie che non sempre hanno avuto un trattamento adeguato ed in alcuni casi perfino le risoluzioni sono state eseguite in una maniera fin troppo sbrigativa.  

Nonostante ciò “Big Little Lies - Piccole grandi bugie” rimane senza alcun dubbio una serie di alto livello in grado di trattare temi delicati con molta sensibilità. Inoltre la presenza di un cast d’eccezione è un ulteriore conferma dell’elevata qualità di un progetto pienamente riuscito.

SIMOvies

Uno spazio che si occupa della pubblicazione di recensioni di film e serie tv in uscita. Questo blog è rivolto a tutti coloro che sono interessati al mondo del cinema o a chi, semplicemente, vuole un consiglio per sapere cosa guardare. Simone Grillini è nato il 7 settembre 1999, esattamente 4 mesi dopo l'uscita del celebre film Matrix. Studia chimica ed è appassionato di cinema. I suoi film preferiti sono i thriller come Inception, The Prestige e Shutter Island, ma ama guardare un po’ di tutto: dall’animazione al drammatico, dallo sportivo al fantasy.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ModenaToday è in caricamento