SIMOvies

SIMOvies

Le Mans ’66 – La grande sfida | L’appassionante storia che ha reso grande la Ford

Un buon film in grado di emozionare gli amanti dei motori, ma non solo. Voto: 7,5

“Laggiù c’è il giro perfetto: nessun errore, ogni cambio di marcia, ogni curva... tutto perfetto. Lo vedi?”

Carroll Shelby è un ex vincitore delle 24 Ore di Le Mans che a causa di problemi cardiaci ha dovuto smettere di correre. Per questa ragione comincia a lavorare con la Ford in veste di costruttore di una vettura sportiva in grado di competere con Ferrari. Per poter riuscire in ciò Shelby necessita dell’aiuto di Ken Miles, uno dei piloti migliori di sempre.

Dopo lo straordinario successo di "Logan-The Wolverine", James Mangold torna alla regia con una pellicola di tutt'altro genere. Tratto da una storia vera, il film narra le vicende storiche che hanno reso grande la Ford. Non sempre però è fedele alla realtà ed in diverse situazioni vengono omesse alcune informazioni abbastanza rilevanti.

La regia di James Mangold è chiara e incisiva, soprattutto nelle scene di corsa che risulta essere particolarmente travolgente. Bene anche il montaggio adottato che in alcuni punti ricopre un ruolo di fondamentale importanza. Inoltre è stato svolto un buon lavoro pure nel campo dei costumi e delle scenografie che sono riusciti nell’intento di far percepire allo spettatore gli anni '60. Ad aiutare il pubblico a vivere la tipica atmosfera dell'epoca ci ha pensato anche la fotografia e l'ottima colonna sonora adottata. 

La storia si basa su una sceneggiatura ben scritta dove i maggior difetti sono riscontrabili in alcune scelte discutibili, in particolare il modo con cui è stata trattata la Ferrari. D'altronde le pellicola è un tipico film americano dove viene esaltata la Ford, mentre al cavallino rampante di Maranello gli viene attribuito il ruolo del villain di turno. A fronte di ciò i due personaggi protagonisti sono ben approfonditi ed in perfetta sintonia fra loro. Anche i ruoli secondari, in linea generale, sono ben trattati. 

Degna di lode è il cast d'eccezione che compone tale lungometraggio. Matt Damon e Christian Bale sono perfettamente in parte e credibili rispettivamente nei panni di Caroll Shelby e di Ken Miles. Geniale e pienamente azzeccata è la scelta di far interpretare a tutti i personaggi italiani da attori italiani e nella nostra lingua. Bene anche Remo Girone nel ruolo di Enzo Ferrari.

"Le Mans '66 - La grande sfida" è un film che potrebbe far storcere il naso ad alcuni, ma senza alcun dubbio è ben fatto e riesce nello scopo di intrattenere e incuriosire il pubblico. Alcune parti sono forse un po' troppo frettolose, ma la pellicola non sbaglia nei momenti di maggior interesse. Infatti le scene di corsa si dimostrano essere appassionanti ed in grado di far palpitare il cuore agli amanti dei motori e non solo.

SIMOvies

Uno spazio che si occupa della pubblicazione di recensioni di film e serie tv in uscita. Questo blog è rivolto a tutti coloro che sono interessati al mondo del cinema o a chi, semplicemente, vuole un consiglio per sapere cosa guardare. Simone Grillini è nato il 7 settembre 1999, esattamente 4 mesi dopo l'uscita del celebre film Matrix. Studia chimica ed è appassionato di cinema. I suoi film preferiti sono i thriller come Inception, The Prestige e Shutter Island, ma ama guardare un po’ di tutto: dall’animazione al drammatico, dallo sportivo al fantasy.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ModenaToday è in caricamento