rotate-mobile
Terra e Tradizioni

Opinioni

Terra e Tradizioni

A cura di Francesco Rompianesi

Terra e Tradizioni | La pcarìa, il rituale e i prodotti tipici

Una tradizione che sopravvive fino ad oggi, seppur senza la funzione primaria che aveva per la civiltà contadina modenese

Tra gli eventi festosi di Gennaio della provincia di Modena, salta sicuramente agli occhi la Pcarìa di Campogalliano (tenutasi domenica 24 Gennaio). Con il termine Pcarìa si intende letteralmente la macellazione e lavorazione del maiale, re indiscusso delle “bestie” modenesi. La festa ricorda l’antica tradizione durante la quale, le famiglie che possedevano uno o più maiali, preparavano diversi piatti, insaccati e altro. La Pcarìa si faceva tra dicembre e gennaio, sfruttando ovviamente il freddo per esigenze igieniche ed era considerata una giornata importantissima, durante la quale amici e parenti si riunivano per condividere insieme un momento così significativo per la vita contadina

Il lavoro del “Pcheèr” (norcino, in dialetto modenese), dava vita a prodotti che oggi sono un simbolo e un vanto per il nostro territorio. Del maiale non si buttava via niente e, a seconda del taglio, venivano preparate diverse prelibatezze: le cosce posteriori erano destinate per i prosciutti, quelle anteriori per il macinato col quale si facevano salame e cotechino, gli zampetti per lo zampone. Poi vi erano la guancia, la pancetta, tutta la parte della testa per la coppa di testa, il capocollo per la coppa, la lonza, la lombata e non dimentichiamo il grasso (lardo e sugna). Con le ossa spesso si faceva il brodo, le setole venivano date al ciabattino, mentre le frattaglie, con le costolette, spesso erano regalate alle personalità più importanti del paese (parroco, veterinario, padrone del terreno).

Grazie a questo “sacro” rituale oggi possiamo degustare prodotti tipici che hanno il marchio di tutela, come il prosciutto di Modena DOP, lo zampone e il cotechino di Modena IGP, numerosi prodotti PAT (prodotti agroalimentari tradizionali) e il salame di San Felice che ha il marchio della camera di commercio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Terra e Tradizioni | La pcarìa, il rituale e i prodotti tipici

ModenaToday è in caricamento