Nel 2100 Modena sarà sul mare, lo studio sull'innalzamento del livello dell'acqua

Nel 2100 la via Emilia si specchierà sul mare, è questo quanto raccontano i disegni di James Simons che immagina una pianura padana sommersa dall'innalzamento del livello marittimo. Modena avrà la sua spiaggia, i suoi bagni e le sua costa

Foto dei disegni di James Simons

Alla pianura, montagne e colline, al territorio modenese potrebbe aggiungersi anche il mare. Non accadrà per lo strabordare delle fontane in Piazza Roma, ma a causa del riscaldamento globale e il conseguente innalzamento del livello del mare. Se per alcuni può essere solo l'intro di un film catastrofico in uscita al cinema, per il disegnatore James Simons è quanto accadrebbe se il livello del mare si alzasse di 100 metri. 

LA VIA EMILIA COME NUOVA ADRIATICA. La Via Emilia diventerebbe la nuova adriatica e potremmo raggiungere Milano, Verona o Alessandria in traghetto. Peggio andrebbe per la Romagna e Ferrar, infatti a scomparire sarebbe quasi tutta la pianura padana. Il derby provinciale perderebbe un avversario, infatti Carpi e tutta la bassa modenese scomparirebbe, e probabilmente anche chi abita nei quartieri della Sacca dovrebbe preparare palafitte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

UNO SCENARIO POSSIBILE? Quando si parla del clima pensando ad un futuro 2100 c'è molto scetticismo, perchè già le previsioni meteo fra 5 o 6 giorni non sono affidabili, pensare se si parla di un secolo. E' proprio di un mese fa la notizia che il CMCC, cioè il Centro Europeo-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, avrebbe ipotizzato che l'Italia approderà nel nuovo secolo con 3,2°C in più rispetto ad oggi. Ciò non basterebbe a trasformare la pianura padana in un piccolo mare, anche perché la grande innondazione prevista da James Simons ci farebbe tornare indietro di almeno cinquantanni, e non sto parlando di tecnologia o scienza, ma nella capacità romagnola di inventare ogni anno nuovi servizi per i bagnanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Fase 2, buone notizie per chi deve prendere la patente: c'è la data per la riapertura delle scuole guida

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento