rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Mirandola

Chiama l'ambulanza e si fa portare al Pronto Soccorso per 94 volte in un anno, indagano i carabinieri

Sotto osservazione lo strano atteggiamento di un sessantenne mirandolese, che per altro ora si trova in carcere

I carabinieri della Stazione di San Martino Spino in questi giorn hanno svolto una serie di accertamenti sul conto di un sessantenne del posto, già conosciuto alle forze dell’ordine e attualmente ristretto in carcere. Le indagini hanno voluto fare chiarezza su un atteggiamento assai particolare: l'uomo era infatti solito contattare i 118 in modo ingiustificato a ritmo davvero frequente.  Nel solo anno 2020, anche durante l’espiazione della misura cautelare degli arresti domiciliari cui era sottoposto, aveva effettuato ben 94 accessi apparentemente ingiustificati al pronto soccorso dell’ospedale di Mirandola, dove arrivava regolarmente in ambulanza, di fatto ogni 4 giorni.

La Procura della Repubblica, alla quale i Carabinieri hanno relazionato, valuterà se il comportamento tenuto  dall’uomo possa configurare il reato di interruzione del pubblico servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiama l'ambulanza e si fa portare al Pronto Soccorso per 94 volte in un anno, indagano i carabinieri

ModenaToday è in caricamento