rotate-mobile
Cronaca

Capodanno al Pronto Soccorso, 16enne perde un dito per lo scoppio di un petardo

Una notte nella norma per gli operatori sanitari della nostra provincia. Nessuna criticità. Il caso più grave è quello di un 16enne, cui è stato amputato un dito a seguito dello scoppio di un petardo maneggiato impropriamente

La notte di capodanno per gli operatori sanitari della Centrale operativa del 118  e dei pronto soccorso della provincia è trascorsa in modo relativamente tranquillo. Il numero di accessi è stato nella norma e addirittura inferiore a quanto accadeva negli scorsi anni.

A preoccupare maggiormente erano ovviamente le possibili ferite a seguito dei giochi pirotecnici, ma non sono state registrate particolari criticità, sebbene le discusse ordinanze comunali non hanno ottenuto particolare rispetto, come è stato sotto gli occhi – anzi, gli orecchi – di tutti.

Il caso più grave è stato gestito dalla chirurgia della mano del Policlinico di Modena. Un giovane di 16 anni di origini nordafricane, residente a Crevalcore, dopo essersi presentato al Pronto Soccorso di Cento di Ferrara è stato trasportato d’urgenza presso l’ospedale cittadino di Via del Pozzo. Qui, nel reparto di chirurgia della mano, è stato sottoposto ad un intervento che ha reso necessario l’amputazione di un dito a seguito dei danni causati da un botto maneggiato in modo improprio.

Complessivamente, gli accessi nei pronto soccorso della provincia non hanno fatto registrare particolari picchi ed anche il numero di persone che hanno manifestato problemi per intossicazione da alcool è risultato inferiore rispetto agli anni passati. Da mezzanotte alle 8 di mattina gli interventi in provincia di Modena sono stati complessivamente 70.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno al Pronto Soccorso, 16enne perde un dito per lo scoppio di un petardo

ModenaToday è in caricamento