Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Piazza Dante Alighieri

Stazione, accoltellatore bloccato dall'Esercito. E' accusato di tentato omicidio

La Polizia di Stato ha ricostruito quanto accaduto in piazza Dante domenica sera. Fondamentale l'intervento dei militari per bloccare il fuggitivo

Tutto è iniziato intorno alle 21 presso le pensiline di piazza Dante, dove transitano gli autobus Seta. Un gruppetto di stranieri è stato avvicinato da un 49enne italiano, che ha iniziato a litigare con i presenti, uno in particolare. Un altro ragazzo, un 27enne ghanese, si è intromesso cercando di sedare la lite, ma l'italiano ha reagito in malo modo e dopo che il diverbio si è fatto più acceso ha estratto un coltello e ha sferrato alcuni colpi al giovane straniero.

I primi ad intervenire sono stati i militari dell'Esercito impegnati nel servizio Strade Sicure: il ferito subito non si è reso conto della gravità dei colpi ricevuti, tanto che i militari si sono messi subito sulle tracce dell'italiano, che nel frattempo è entrato all'interno della stazione, con ancora il coltello sporco di sangue in mano: ha attraversato la sala d'attesa poi si è diretto sul binario 1, dove gli uomini dell'Esercito lo hanno bloccato e neutralizzato.

Nel frattempo, all'esterno, il 26enne ha accusato il colpo e le cinque coltellate si sono rivelate nella loro pericolosità: ha iniziato a perdere molto sangue e si è accasciato a terra. Subito i presenti hanno chiesto l'intervento del 118 che ha soccorso il ferito, poi trasportato a Baggiovara. Nonostante avesse perso molto sangue per i colpi ricevuti al polpaccio e all'addome, lo straniero se l'è cavata con due settimane di prognosi, dopo essere stato medicato al Pronto Soccorso.

Nel frattempo la Polizia di Stato e i Carabinieri sono arrivati sul posto e la Squadra Mobile della Questura ha preso in mano le indagini, ricostruendo quanto accaduto come appena riportato. Come detto, la lite sarebbe stata basata su motivi del tutto futili e occasionali, nonostante entrambi i protagonisti, aggressore e vittima, fossero già noti per diversi precedenti, sia in materia di droga che per reati contro la persona e il patrimonio: entrambi erano soliti frequentare l'area della stazione, in particolare il 49enne di origine tarantina ma di fatto a Modena da molti anni senza fissa dimora.

L'uomo è statao tratto in arresto con l'accusa di tentato omicidio, oltre che di porto di armi e di resistenza. Il Pm Lucia De Santis ha infatti valutato che la coltellata sferrata sotto l'ombelico fosse tale da puntare ad uccidere. Il 49enne si trova ora in carcere in attesa della convalida dell'arresto, che sarà decisa in queste ore.

Il Questore di Modena Maurizio Agricola, congratulandosi con tutto il personale intervenuto, si è detto compiaciuto per l’efficacia del dispositivo “Strade Sicure”, che ancora una volta ha dato concreta conferma di una collaudata sinergia operativa tra Polizia di Stato ed Esercito Italiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione, accoltellatore bloccato dall'Esercito. E' accusato di tentato omicidio

ModenaToday è in caricamento