rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Sciopero generale, a Modena si prospetta una bassa adesione

Le sigle che hanno indetto lo sciopero generale del lavoro pubblico e provato per venerdì 18 ottobre non contano un numero significativo di aderenti sul territorio provinciale. Possibili adesione spontanee e isolate

Lo sciopero generale proclamato da USB, Confederazione Cobas, CUB con l’ adesione di SNATER, OR.S.A. Scuola Università e Ricerca, Sindacato SIAE, USI e Unicobas per il prossimo venerdi 18 ottobre riguarderà ovviamente anche il territorio modenese, ma secondo le previsioni, gli effetti non saranno particolarmente significativi per i cittadini e gli utenti dei servizi. Ciò è dovuto a una adesione relativamente scarsa dei lavoratori modenesi alle sigle organizzatrici.

Caso emblematico è quello del trasporto pubblico. Seta Spa ha infatti comunicato che l'Organizzazione Sindacale USB Lavoro Privato non è presente all'interno dell'azienda, motivo per cui potrebbero solamente verificarsi adesioni spontanee da parte di conducenti e controllori, non preventivabili. I possibili disagi andrebbero ad interessare sia il trasporto urbano che extraurbano, dalle ore 00 alle 6,30, dalle ore 8,30 alle 12 e dalle ore 16 fino al termine del servizio.

Anche la Sanità Pubblica è interessata dallo sciopero generale proclamato per l’intera giornata di venerdì: l’Azienda Policlinico di Modena e l’Azienda USL di Modena al fine di scongiurare disagi agli utenti consigliano di informarsi prima di presentarsi agli ambulatori, telefonando al reparto che eroga la prestazione.

Discorso analogo dovrebbe riguardare la scuola – forse con un numero più elevato di adesioni – e gli uffici pubblici, dove invece la rappresentanza modenese è in mano ai sindacati confederati. Problemi maggiori invece per chi si sposterà con treni o aerei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale, a Modena si prospetta una bassa adesione

ModenaToday è in caricamento