rotate-mobile
Cronaca Bastiglia

Adriano scomparso sulla strada per Santiango, la madre: "Le autorità francesi non ci ascoltano"

Ancora nessuna notizia del bastigliese, la cui ultima telefonata risale a lunedì scorso. La madre disperata anche dal poco sostengo ricevuto nel paese transalpino

Partito con la sua bicicletta da Bastiglia per raggiungere Santiago de Compostela. Ma da ormai una settimana non si hanno più sue notizie.  la vicenda di Adriano Pacifico, 32 anni, sta tenendo famiglia e conoscenti in uno stato di profonda angoscia, mentre online rimbalzano senza sosta gli appelli per segnalare la sua eventuale presenza oltralpe. Alcuni prelievi dal bancomat hanno fatto insospettire la madre, che è partita per la Francia nel tentativo di ritrovare l'uomo.

La ricostruzione

Adriano, cuoco conosciuto e stimato, con due figlie, aveva sentito l'ultima volta sua madre quasi una settimana fa, quando era arrivato nella zona di Tolone, dopo alcuni giorni di pedalate. L'uomo aveva avuto una videochiamata con la madre, partita però non dal suo smartphone perché, così ha raccontato, si era rotto: se n'è fatto prestare uno da una persona che ha conosciuto durante il tragitto. Ha detto che si era fermato per qualche giorno perché non si sentiva bene fisicamente. Ma che voleva ripartire al più presto per raggiungere la Spagna.

Poi il silenzio. Ma alcuni dettagli hanno aumentato la preoccupazione della madre, che qualche giorno dopo ha contattato il ragazzo che aveva prestato il telefono ad Adriano, che le ha detto che viaggiava da solo ed era ripartito.

Una versione che però è stata subito smentita, quando la donna ha ricontattato successivamente lo stesso ragazzo che gli ha invece detto che Adriano stava viaggiando con altre persone. Un altro particolare ha colpito la donna: "in una di queste videochiamate - ha raccontato alla stampa modenese che ha rilanciato il suo appello - ho notato che questa persona viveva in un luogo particolare, sembrava una baracca. Un posto abbandonato e trasandato. Mi sono spaventata e lo sono parecchio anche adesso".

Ci sono poi altri elementi che destano ulteriori sospetti: le operazioni bancomat in uno sportello bancario di Tolone. A breve distanza sono stati piccoli effettuati piccoli prelievi monetari da 20-30 euro. E' da qui che sono cominciate le ricerche della donna, che si è ovviamente subito messa in contatto con la polizia francese, ma ha anche cominciato a fare domande a chi ha incontrato nella zona, per sapere se avessero visto quel ragazzo in bicicletta.

Bastiglia. Si cerca Adriano, 32enne scomparso in Francia

La ricerca della madre

Grazia Mansueto , madre di Adriano, si trova ad Aubagne per le ricerche, ma le notizia finora raccolte non sono incoraggianti: "All’angoscia per mio figlio di cui non abbiamo più notizie da una settimana, si è aggiunta l’amarezza per come siamo stati trattati dai vari Comandi della polizia qui in Francia. Non ci hanno considerati e ci hanno rimbalzati da una stazione all’altra nella più totale indifferenza", ha commentato la donna a Il Resto del Carlino.

"Venerdì io e il mio compagno siamo partiti per venire in Francia – ha aggiunto – per visionare tutti i luoghi da cui risultano essere stati fatti prelievi con il bancomat di Adriano, l’ultimo dei quali venerdì alle 21.06 a Aubagne: sono stati prelevati 10 euro e il conto si è esaurito. Abbiamo fotografato tutti i posti, chiesto aiuto alle forze dell’ordine: ci siamo recati nella sede centrale della Polizia a Marsiglia, poi in quella della Polizia locale, di quella Nazionale e anche dalla Polizia sezione criminale. Nessuno ci ha dato ascolto: siamo rimasti anche due ore in piedi ad aspettare. Hanno addirittura detto che dall’Italia non era arrivato nulla, quando invece mercoledì scorso ho fatto denuncia ai carabinieri di Bomporto e la denuncia è partita. E’ vergognoso come si sono comportati".

L'attenzione del ministero degli Esteri

La Farnesina segue il caso del ragazzo italiano scomparso in Francia. Fonti del ministero degli Esteri fanno sapere all'Adnkronos che la famiglia di Pacifico "è in contatto con il nostro consolato generale a Marsiglia che ha competenza anche su Tolone". "Si sta prestando tutta l'assistenza del caso - assicurano le stesse fonti - , è stata anche offerta assistenza dal punto di vista linguistico e si sta cercando di assisterli in tutte le modalità possibili. È una situazione che conosciamo e che seguiamo anche da qui".

L'appello della sorella

A chiedere aiuto sui social network è stata per prima Jessica, sorella di Adriano, che ha rivolto un appello sul web a chiunque potesse avere notizie del fratello. La giovane attraverso i propri profili aggiorna costantemente sugli sviluppi. In quello odierno sono state confermate le dificoltà burocratiche incontrate in Francia. Ora i famigliari attendono di poter visualizzare le telecamere poste sullo sportello bancomat dove è stato registrato l'ultimo prelievo con la carta di Adriano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adriano scomparso sulla strada per Santiango, la madre: "Le autorità francesi non ci ascoltano"

ModenaToday è in caricamento