rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Sacca / Via Giuliano Cassiani

Impianti sportivi Cnh, affidamento diretto a Cedas e Polisportiva Sacca

Niente gara pubblica, almeno per un anno, per la gestione degli impianti di via Cassiani. Il Comune opta per l'affidamento diretto degli spazi per garantire il centro estivo in programma. Inascoltato l'appello del Csi per una trasparenza immediata

Impegno a garantire lo svolgimento del Centro estivo, ormai prossimo, da parte degli attuali gestori e a concordare con l’Amministrazione comunale e gli enti di promozione sociale un progetto che garantisca il pieno utilizzo delle strutture. Sono queste le condizioni con cui la Giunta comunale ha affidato all’associazione Cedas, a cui la gestione è stata di fatto assegnata in questi anni, e alla vicina polisportiva Sacca, quale capofila dell’Associazione temporanea di scopo, la gestione per un anno degli immobili e degli impianti sportivi costruiti sull’area concessa in diritto di superficie tra via Cassiani e via Staffette Partigiane.

Una soluzione temporanea che risponde alle necessità dettate dai tempi e dall'incombere delle elezioni. La concessione infatti ha durata di un solo anno dal 1 luglio 2014 al 30 giugno 2015L’approvazione della delibera, giunta dopo un incontro con enti di promozione sportiva e associazioni coinvolte, prende atto che Cnh  Italia, Fiat Trattori prima e poi New Holland, non intende rinnovare il contratto in scadenza il 30 giugno e fornisce gli indirizzi per la gestione temporanea dell’impianto. Una decisione che era già nell'aria da tempo e che aveva suscitato perplessità e polemiche da parte di alcune società sportive, prima fra tutti il Csi, che avrebbe voluto una gara trasparente immediata

“Confronto e coinvolgimento con i soggetti interessati, da un parte, e garanzia del più ampio utilizzo degli impianti a servizio del territorio, dall’altra – afferma l’assessore al Patrimonio Fabio Poggi che ha presentato la delibera - sono i cardini che hanno ispirato dall’inizio la gestione della vicenda, tenendo conto – continua Poggi – dei tempi stretti imposti alla decisione di Cnh di rinunciare all’impianto e quindi di restituire l’area alla scadenza della concessione (la comunicazione è giunta lo scorso novembre) e del fatto che in tempi anche più recenti il Consiglio comunale ha approvato un nuovo Regolamento che norma il diritto di superficie. L’obiettivo – sottolinea l’assessore - è sempre stato mantenere in vita e valorizzare il centro sportivo e garantire pubblicità e trasparenza dell’assegnazione, considerata anche la rilevanza dell’area di oltre 40 mila metri e l’importanza del centro sportivo per l’intero quartiere Sacca. L’assegnazione temporanea – conclude – è l’unica soluzione che consente alla prossima Amministrazione di attivare tutte le procedure previste dal nuovo Regolamento per assegnare l’area in modo trasparente e che permette anche a enti e società di condurre il confronto approfondito necessario a condividere gli obiettivi del bando con cui sarà assegnata l’impianto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti sportivi Cnh, affidamento diretto a Cedas e Polisportiva Sacca

ModenaToday è in caricamento