rotate-mobile
Cronaca

Violenta lite in strada: finestrino sfondato, aggressione e insulti razzisti

La coppia, un uomo ed una donna, sarebbe stata inseguita da un automobilista che avrebbe ripetutamente colpito al volto l'uomo per una "mancata precedenza" e per aver risposto agli insulti dello stesso

Venerdì 30 settembre, a Modena, verso le cinque di pomeriggio, si sarebbe consumata un'aggressione perpetrata da un automobilista ai danni di una coppia, una donna ed un uomo, all'interno dell'automobile di questi ultimi. Il fattore scatenante l'aggressione sarebbe da ricondurre ad una mancata precedenza presso la rotonda tra via Morandi e via Divisione Acqui e il confronto verbale, corredato di parole offensive, scaturito dal fatto in questione.

Secondo quanto riportato dalla donna - al volante durante l'accaduto - lei e il proprio compagno seduto al lato del passeggero, transitanti la corsia interna della rotonda di Via Divisione Acqui, sarebbero stati destinatari di colpi di clacson e insulti - a cui il compagno avrebbe risposto - da parte di un automobilista posizionato sulla corsia esterna della rotonda nel mezzo di un traffico particolarmente rallentato, per aver "tagliato" la strada ed essersi diretti verso la medesima uscita. La coppia avrebbe dunque proseguito superando la rotonda della Maserati e imboccando appositamente via Piave per non incrociare nuovamente l'automobilista che - da quanto raccontato dalla coppia - avrebbe compiuto il giro intero della rotonda per seguire il percorso della loro automobile.

E, una volta fermi al semaforo accanto al Tempio, sarebbe andata in scena l'aggressione. L'uomo alla guida del secondo veicolo sarebbe sceso dall'automobile, si sarebbe diretto a piedi verso l'automobile della coppia ferma al semaforo e avrebbe iniziato a colpire l'uomo attraverso il finestrino aperto dell'auto. La donna avrebbe tentato di azionare e far alzare il finestrino del lato passeggero per fermare l'aggressione in corso, ma l'uomo avrebbe frantumato a mano il vetro e continuato a colpire l'uomo all'interno dell'automobile mentre un'altra donna - passeggero dell'automobilista violento - avrebbe aggredito verbalmente l'uomo con le seguenti parole: "maleducati, dovete tornare in Africa, cosa fate nel nostro paese".

La donna avrebbe in seguito chiesto aiuto ai passanti e chiamato la Polizia che - una volta giunta sul posto - avrebbe intimato ai parenti dell'aggressore (giunti anch'essi sul posto) di allontanarsi e di interrompere le videoregistrazioni ai danni della coppia aggredita e di ricostruire l'accaduto.

La coppia aggredita si sarebbe subito dopo recata in pronto soccorso, dove per altro sarebbe proseguita la querelle con un conoscente dell'aggressore. Sono dieci giorni di prognosi per shock da trauma per la donna e cinque giorni di prognosi per le contusioni riportate per l'uomo. Al momento non risultano denunce di iniziativa da parte della Polizia, che immaginiamo dovrà svolgere ulteriori accertamenti. I due giovani hanno fatto sapere di essere pronti a sporgere querela e stanno cercando testimoni dell'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta lite in strada: finestrino sfondato, aggressione e insulti razzisti

ModenaToday è in caricamento