rotate-mobile
Cronaca

Agguato fuori dalla discoteca, pestato modenese in Riviera

Una dozzina di persone hanno aggredito in auto e poi nel parcheggio di un noto locale di Gabicce un modenese di 23 anni. Calci, pugni e la testa contro una staccionata, ma non vi sarebbero lesioni gravissime. E' stato un regolamento di conti

Bruttissima disavventura per un giovane modenese, un 23enne molto conosciuto in qualità di gestore di una nota discoteca alle porte di Modena, che è stato pestato a sangue da una banda di persone, all'uscita di un locale di Gabicce. Un episodio che si configura a prima vista come una vendetta per una scaramuccia verificatasi la domenica precedente in un'altra discoteca della Riviera e che poteva costare molto caro al giovane, compito violentemente da una dozzina di persone e che ha portato ferite su tutto il corpo.

É lo stesso modenese che racconta la propria esperienza su Facebook, dal letto di ospedale del Ceccarini di Riccione dove è stato ricoverato. “Mentre andavo allo macchina, prima che i miei amici entrassero e mentre la stavo per accendere, hanno spalancato la portiera e due persone mi hanno colpito immediatamente con due scariche di pugni al volto. Altri 4 sono saliti da dietro estromettendo violentemente la ragazza che era seduta sul sedile posteriore, a cui hanno chiuso anche la gamba nella portiera, e mi hanno aggredito alle spalle e altri due da destra, dal lato passeggeri verso cui cercavo di rifugiarmi, trascinandomi fuori dove altri mi aspettavano, nel frattempo devastando la macchina dentro, specchietto, braccioli, leve, aria condizionata, casse, copricintura, portaoggetti, tutto devastato”.

Il giovane racconta di essere poi stato trascinato fuori, dove gli aggressori – probabilmente un gruppo di vacanzieri di origine laziale – hanno proseguito il pestaggio. “Appena mi hanno trascinato fuori mi hanno riempito di calci e pugni e preso la testa e spaccata contro la staccionata di legno del parcheggio. Poi cado, calci alle tempie, tanti , troppi, svengo... Un calcio alla base della schiena e uno a metà mi svegliano, non sento più le gambe. Non mi muovo più, impauriti scappano, avranno avuto la macchina perché non sono riusciti a trovarli neanche sui pullman”. 

Infatti è immediatamente partita la denuncia ai Carabinieri, che sono intervenuti insieme ai soccorsi sanitari e si sono messi sulle tracce degli aggressori, per ora senza successo. “Ho diverse lesioni schiena testa, qualcosa braccia e ginocchia, a livello neurologico niente – scrive ancora il 23enne -  ma devono fare esami più approfonditi e speriamo niente di grave, una costola incrinata forse. Sono stato fortunato a non aver perforato un timpano con i calci alle orecchie o non esserci rimasto per quelli alle tempie o frattura vertebre con la schiena”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato fuori dalla discoteca, pestato modenese in Riviera

ModenaToday è in caricamento