rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Stadio Braglia / Piazza della Cittadella, 36

Rifiuta di offrire una sigaretta e viene spedito all'ospedale, fermato clandestino

Un clandestino pluripregiudicato è stato colto da uno scatto d'ira, ieri pomeriggio in piazza Cittadella, colpendo con la borsa della spesa un 54enne davanti alla sede del sindacato. Rintracciato e fermato dalla Polizia e trattenuto in attesa di espulsione

Naso rotto e tre settimane di prognosi. È questo il referto che il Policlinico di Modena ha emesso dopo aver soccorso e medicato un modenese di 53 anni, impiegato presso il sindacato Cgil, che nel pomeriggio di ieri è stato aggredito e colpito al volto. Tutto è avvenuto in pochi secondi, quando erano circa le 17.40, proprio sotto il palazzo dove ha sede il sindacato in piazza Cittadella.

Il dipendente si trovava nel piazzale davanti all'ingresso, intento a fumare una sigaretta, quando uno straniero lo ha avvicinato chiedendo se poteva offrigli una "bionda". Di fronte al rifiuto del 53enne, il nordafricano è scattato con una reazione improvvisa e imprevedibile e ha colpito al volto l'uomo con la borsa della spesa che portava in mano. Un colpo molto violento che ha messo ko l'impiegato, in quanto nella sporta si trovavano due lattine di metallo.

Lo straniero si è dato alla fuga, mentre due persone che hanno assistito alla scena hanno soccorso il malcapitato e avvertito telefonicamente le forze dell'ordine. Sul posto si è portata una pattuglia della Squadra Volante della Polizia di Stato, che ha raccolto le testimonianze e si è messa sulle tracce dell'aggressore. E' passato un po' di tempo prima che gli agenti riuscissero a rintracciare il fuggitivo, nella zona del parco Novi Sad e a ritrovare anche "l'arma del delitto" che era stata abbandonata in strada.

I poliziotti hanno bloccato lo straniero - in evidente stato di ebbrezza alcolica - e lo hanno accompagnato in Questura, dove è stato identificato come una vecchia conoscenza delle celle e delle aule di tribunale modenesi. Si tratta infatti di E.H., un cittadino tunisino di 42 anni clandestino e pluripregiudicato. Per lui è scattata la denuncia per lesioni aggravate, ma è stato trattenuto in cella in attesa di ottenere il permesso per il rimpatrio forzato. La vittima ha scelto di non sporgere querela.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuta di offrire una sigaretta e viene spedito all'ospedale, fermato clandestino

ModenaToday è in caricamento