rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Castelfranco Emilia

Doppia aggressione nella casa-lavoro, cinque agenti lievemente feriti

Lo riferisce il sindcato SAPPe. Coinvolto nei due episodi sempre lo stesso detenuto: non era la prima volta

Nella giornata di ieri la Casa di reclusione di Castelfranco Emilia è stata teatro di due episodi violenti. Lo riferisce il sindacato di polizia penitenziaria del SAPPe. Stando a quanti riportato, in mattinata un internato avrebbe aggredito due poliziotti (un vice sovrintendente ed un assistente capo) senza alcun apparente motivo, procurando loro ferite giudicate guaribili in sette giorni. 

Nella serata di ieri, lo stesso recluso, aiutato da un altro, avrebbe aggredito un terzo detenuto e nelle concitate fasi di ripristino della sicurezza tre poliziotti sono rimasti feriti, riportando lesioni giudicate questa volta guaribili in dieci giorni ciascuno. 

"Uno degli internati che ha posto in essere la condotta violenta risulta essere quello che a febbraio scorso ha aggredito un ispettore causandogli ferite e che il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria non ha ancora trasferito presso altra struttura penitenziaria. Le aggressioni al personale di polizia penitenziaria - affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del SAPPe e Francesco Campobasso, segretario nazionale - aumentano sempre di più. Nel corso del 2021 abbiamo avuto oltre 11.000 atti di aggressioni, ferimenti e colluttazioni, oltre 1600 tentativi di suicidio. Siamo sempre in attesa di iniziative concrete da parte dell’amministrazione penitenziaria, come la revisione del modello custodiale  delle celle aperte e l’istituzione di adeguate sezioni “articolazioni salute mentale” per i detenuti con problemi psichiatrici, in collaborazione con le ASL". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia aggressione nella casa-lavoro, cinque agenti lievemente feriti

ModenaToday è in caricamento