rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Fiorano Modenese

Distretto ceramico in lutto per la morte di Alberto Leonardi

Patron di Ceramica Majorca di Scandiano, figura di spicco tra i pioneri del distretto, si è spento ieri pomeriggio all'età di 83 anni

Si è spento, nel pomeriggio di ieri, Alberto Leonardi, patron di Ceramica Majorca di Scandiano e vero e proprio pioniere della ceramica. Il Rosario si svolgerà questa sera, lunedì 14 ottobre, alle ore 19 presso la chiesa di Pratissolo, mentre il funerale avrà luogo domani, martedì 15 ottobre, presso la chiesa di S.Teresa a Scandiano a partire dalle ore 14,30. Alberto Leonardi era nato il 21 febbraio 1930 a Spezzano e ha abitato in Via Motta a Fiorano fino al trasferimento a Scandiano, nel 1986.

“Se oggi il mercato americano è il più importante per l’export delle nostre aziende ceramiche – commenta il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli – lo si deve anche e soprattutto alla lungimiranza di Alberto Leonardi che, valigetta e listino prezzi in dollari alla mano, nel 1969 ebbe l’intuizione di esplorare, tra i primi, il mercato della pavimentazione e del rivestimento di un paese in cui il parquet, il marmo e la moquette regnavano indiscussi. Alberto Leonardi non è stato solamente un industriale ceramico, è stato soprattutto un lungimirante imprenditore, capace di guardare lontano e precorrere i tempi. Alla sua famiglie, in particolare alla figlia Elisabetta valente collaboratrice dell’Ufficio Cultura del Comune di Sassuolo, vanno le più sincere e sentite condoglianze a nome mio, dell’intera Amministrazione Comunale e di tutta una città che, grazie alle intuizioni, al lavoro ed alle idee di Alberto ha saputo risollevarsi dalla miseria causata dalla seconda Guerra Mondiale e guadagnarsi un posto al vertice dei distretti industriali di tutto il mondo”.

Anche il sindaco di Fiorano Modenese, Claudio Pistoni, ha espresso alla famiglia, a nome della città tutta, la partecipazione al loro dolore per la scomparsa dell’imprenditore Alberto Leonardi e ne ricorda il ruolo di pioniere e di protagonista fin da quando, nel 1957, Fiorano fu dichiarata zona depressa. “Nella sua avventura professionale, che lo vede impegnato anche in Confindustria Ceramica – scrive Pistoni – si specchiano l’evoluzione del nostro distretto e le doti che lo hanno imposto ai vertici internazionali: tenacia, creatività, voglia di lavorare, coraggio, entusiasmo e competenza basati sui valori della cultura contadina, con i quali affrontare il confronto con i mercati mondiali. Agente e rappresentante di commercio nella azienda fondata dalla sua famiglia, la MEC, imprenditore e fondatore del Gruppo Majorca, ha girato i cinque continenti con pesanti valigie di piastrelle, affidandosi alla concretezza dei campioni di ceramica e alla sua credibilità personale, aprendo nuovi mercati ”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto ceramico in lutto per la morte di Alberto Leonardi

ModenaToday è in caricamento