Via Berengario, rientra l'allarme bomba. Si trattava di semplici batterie

La strada è stata chiusa al traffico per la presenza di un oggetto ritrovato da un netturbino, che ha fatto scattare il protocollo di sicurezza. Dopo alcune ore è stato fugato ogni dubbio

Apprensione questa mattina in centro storico, a seguito dell'allarme lanciato da un operatore ecologico, che ha rinvenuto un oggetto sospetto durante il suo turno in Piazza Grande. L'uomo ha preso con sé il dispositivo, che pare del tutto simile a tre batterie stilo legate insieme.

Il lavoratore ha poi incrociato un agente della Polizia Municipale in via Berengario, proprio davanti al passaggio che conduce al parco Novi Sad attraverso la facoltà di Economia. L'agente ha preferito attivare il protocollo di sicurezza, al fine di escludere che potesse trattarsi soldi in ordigno esplosivo.

Sul posto sono arrivati i Carabinieri che hanno transenna l'area, mentre la Municipale ha deviato il traffico chiudendo via Berengario. Solo intorno alle ore 16 sono arrivati alcuni agenti di Polizia specializzati nel trattamento di esplosivi - non è intervenuto il Corpo degli Artificieri - che hanno esaminato l'oggetto e fugato ogni dubbio. Si trattava in effetti di batterie stilo collegate tra di loro, probabilmente usate per l'alimentazione di qualche comune apparecchio elettrico e boi gettate a terra.

Le transenne sono state rimosse e il traffico è potuto riprendere regolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

Torna su
ModenaToday è in caricamento