rotate-mobile
Cronaca Largo San Giorgio

Largo San Giorgio: "falso" allarme bomba al bar Remondini

Artificieri in azione ieri mattina in centro storico: un manicotto usato dal personale del bar per legare sedie e tavolini era stato scambiato per un candelotto di esplosivo

Una banale svista o una trovata pubblicitaria proprio nel giorno del passaggio del Giro d'Italia in centro storico? Un dubbio lecito che sicuramente in molti, ieri mattina, si saranno posti assistendo a quanto accaduto all'esterno del bar Remondini in largo San Giorgio: quello che inizialmente sembrava un "candelotto" abbandonato sul tavolo, in realtà era un semplice manicotto utilizzato dal personale del locale per legare corde e catene utili per assicurare sedie e tavoli all'esterno del bar dopo la chiusura. Nella mattinata di ieri, il rinvenimento dell'oggetto cilindrico nel plateatico aveva destato non poca apprensione portando i Carabinieri a far scattare l'allarme bomba e ad evacuare l'area per ovvi motivi di sicurezza: gli artificieri sono giunti sul posto per verificare il contenuto dell'oggetto "misterioso" e alla fine l'allarme è cessato. Solo un pezzo di legno rivestito di carta da giornale e nastro adesivo. Poco prima dell'ora di pranzo l'allarme bomba è cessato e la situazione è tornata alla normalità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Largo San Giorgio: "falso" allarme bomba al bar Remondini

ModenaToday è in caricamento