Anniversario Ferrari, 70 anni fa la prima rossa varcava i cancelli di Maranello

Ricorre proprio oggi il compleanno simbolico della casa del Cavallino Rampante, che in questo 2017 ha predisposto un ricco programma di festeggiamenti dal richiamo globale

Era il 12 marzo del 1947 quando Enzo Ferrari mise in moto la 125 S, la prima vettura a portare il suo nome. Con quel giro di prova sulle strade di Maranello iniziò la storia della moderna Ferrari, allora una piccola fabbrica divenuta negli anni l’emblema del Made in Italy nel mondo. Il 12 marzo di settant’anni dopo Ferrari darà il via alle celebrazioni ufficiali per il suo anniversario.

Domenica, in concomitanza con il via ufficiale dei festeggiamenti, per ricordare quanto accadde 70 anni fa, verrà presentato un video rievocativo che vede la 125 S varcare di nuovo i cancelli di Via Abetone Inferiore. Nel farlo, la prima 12 cilindri a portare il Cavallino Rampante sul cofano consegna un testimone ideale proprio a LaFerrari Aperta (in foto).

La 125 S è stata la prima vettura con il marchio Ferrari, dopo gli esordi del Drake con altri marchi. Il suo motore 12 cilindri, indispensabile per ottenere grandi prestazioni, fu ideato da Gioacchino Colombo con il contributo di Giuseppe Busso e Luigi Bazzi. Il 12 marzo 1947 la 125 S, un’auto di acciaio ancora senza carrozzeria, venne messa in moto e l’avventura Ferrari cominciò. Due mesi più tardi, l’11 maggio 1947, fu il giorno del debutto in pista sul Circuito di Piacenza: la 125 S, con la S che indica la carrozzeria di tipo Sport, vide al volante Franco Cortese. Un “insuccesso promettente”. Così Enzo Ferrari definì quel debutto, interrotto da un’avaria alla pompa di alimentazione mentre l’auto si trovava al comando della gara. Ma l’insuccesso durò giusto lo spazio di nove giorni: il 20 maggio 1947, nel Gran Premio di Roma, Franco Cortese portò la 125 S al successo, completando 40 giri per complessivi 137,6 chilometri alla media di 88,5 km/h. È la prima delle sei vittorie ottenute nel 1947, tra cui spicca anche quella di Parma con Tazio Nuvolari al volante.
 
Nel corso del 2017, oltre 60 Paesi ospiteranno gli eventi che permetteranno ai clienti e agli appassionati del marchio di vivere esperienze uniche, secondo il concetto di “Driven by Emotion”, quello stesso credo che è da sempre uno tra i pilastri su cui si è fondata la storia della Ferrari. “Driven by Emotion” vuole rappresentare un tributo all’importanza che in 70 anni il Cavallino Rampante ha dato alle emozioni: quelle legate alla guida, che per Ferrari deve essere in ogni momento coinvolgente e appagante; quelle legate allo stile, nel caso di Ferrari universalmente apprezzato e riconosciuto in tutto il mondo; quelle legate all’innovazione, con soluzioni tecnologiche pioneristiche capaci di sorprendere e stupire ad ogni nuova creazione di Maranello.
 
Dal 12 marzo inizieranno quindi gli eventi celebrativi, a partire dall’Australasia. In ciascuna tappa sarà presente la vettura simbolo dei 70 anni, LaFerrari Aperta. Le celebrazioni vivranno il loro culmine nel weekend del 9 e 10 settembre, a Maranello, e saranno accompagnate da altre iniziative che omaggiano la storia del Cavallino Rampante. Tra queste, mostre dedicate e la prima “Cavalcade Classiche”. Per accompagnare i festeggiamenti che si svolgeranno nel corso dell’anno e per raccontare i momenti e i personaggi che hanno segnato la storia dell’azienda, è stato creato un sito dedicato, che sarà online da domenica 12 marzo all’indirizzo www.ferrari70.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento