rotate-mobile
Cronaca Sassuolo

Ragazzino con testa incastrata sul bus, salvato da volontario Anpana

l'episodio si è verificato mercoledì intorno alle ore 13 a Sassuolo: accorgendosi della situazione di pericolo, l'operatore Antonio Massicot ha forzato la porta idraulica dello scuolabus liberando la testa del giovane che non ha riportato lesioni

Suona la campanella. Corsa fuori dalla scuola per prendere il pullmino e tornare a casa. Una scena tipica di tutte le scuole del mondo, che però a Sassuolo, mercoledì intorno alle ore 13, è stato il preludio ad una situazione di pericolo prontamente sventata dall'operatore Anpana Antonio Massicot: il volontario è riuscito a salvare un ragazzino che con la testa era rimasto incastrato nella porta di uno scuolabus.

INTERVENTO - Questo giovane, nonostante i ripetuti richiami da parte del volontario e la messa in moto del mezzo scuolabus numero 9, stava salutando i suoi coetanei fermi nel piazzale della scuola sporgendo la testa fuori dalle porte basculanti a chiusura idraulica. Perseverando, il ragazzino si è sporto nuovamente all'esterno non accorgendosi che l'autista aveva avviato la chiusura delle porte rimanendo così incastrato con la testa tra lo sportello e la carrozzeria dell'autobus. Le urla degli altri studenti a bordo del pullman hanno richiamato l’attenzione di Antonio Massicot che si è precipitato verso la porta forzandola e liberando la testa del ragazzo che, fortunatamente, non ha riportato alcuna lesione. Immediate le felicitazioni delle autorità locali per il gesto del volontario.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino con testa incastrata sul bus, salvato da volontario Anpana

ModenaToday è in caricamento