rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Vignola / Via per Sassuolo, 2096

Vignola, spara alla badante e si barrica in casa: arrestato 94enne

Forse scambiandola per un intruso, il pensionato Lino Franchini ieri sera alle ore 22 ha sparato contro la sua badante, la 29enne Falahi Zeneb. Dopo circa cinque ore di trattative, i Carabinieri sono riusciti a catturarlo

Temendo forse un'intrusione da parte di estranei in casa, ha sparato con la sua doppietta regolarmente detenuta. Invece, si trattava solamente della badante giunta per accudirlo. Questo il prologo a una notte di tensione allo stato puro al civico 2096 di via per Sassuolo a Vignola che ha richiesto l'intervento di ben 30 uomini dell'Arma dei Carabinieri per l'arresto del 94enne Lino Franchini, ex cacciatore. Vittime dei due colpi da lui esplosi sono stati prima la 29enne Falahi Zeneb (raggiunta al basso ventre, è stata operata a Baggiovara e ne avrà per 30 giorni), poi il Carabiniere Dario Minati, 30 anni, ferito di striscio al braccio sinistro, già dimesso.

IL PRIMO SPARO - Tutto è cominciato ieri sera intorno alle ore 22. Residente al primo dei due piani della stessa palazzina con marito e figlia di 9 mesi, la badante, fresca di incarico da una decina di giorni, si era recata dall'anziano per assisterlo. L'uomo ha atteso che la donna entrasse e poi, riparatosi dietro una porta a vetri che dà sull'ingresso del suo appartamento, ha esploso il primo colpo di fucile: Falahi Zenab si è accasciata al suolo e ha iniziato a chiedere aiuto. Nel frattempo, lo sparo ha fatto sobbalzare tutti gli inquilini della palazzina che hanno immediatamente provveduto ad allertare 118 e Carabinieri che, innanzitutto, hanno provveduto a fare evacuare lo stabile. Nel qual mentre, l'uomo si è barricato in camera da letto, lasciando la porta socchiusa, in attesa di altri "ospiti indesiderati".

I NEGOZIATORI - I militari sono entrati nello stabile scortando i sanitari con l'anziano, ancora armato e con il fucile carico, pronto ad attenderli. In fretta e furia, gli operatori hanno trascinato di peso la donna ferita all'esterno dell'appartamento, mentre gli uomini dell'Arma hanno dovuto affrontare il pensionato che, vedendo movimenti sospetti dietro la porta socchiusa, ha esploso un altro colpo ferendo al braccio il Carabiniere Minati. Da qual momento in poi, nessuno è più entrato nell'appartamento e nessuno ha tentato di avvicinarsi all'anziano se non prima di una coppia di negoziatori provenienti da Bologna. Specializzati in questo tipo di trattative, gli uomini dell'Arma dei Carabinieri hanno provato ad abbassare la tensione psicologica tentando di avviare un trattativa con il pensionato senza però ricevere risposta. Lino Franchini, forse ormai preda della stanchezza, alle ore 2.50 ha abbandonato il suo riparo per uscire dalla camera da letto con il fucile in mano e il colpo in canna: i militari si sono avventati su di lui per disarmarlo e arrestarlo. Ora, il 94enne Lino Franchini, in stato confusionale, non ha ancora spiegato ai militari il perché del suo gesto e si trova agli arresti domiciliari presso il reparto detenuti dell'ospedale di Baggiovara con l'accusa di tentato omicidio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vignola, spara alla badante e si barrica in casa: arrestato 94enne

ModenaToday è in caricamento