rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

L'architetto Cesare Leonardi premiato con la Bonissima

Il sindaco Muzzarelli in visita all’artista in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una riproduzione in ceramica della Bonissima di Modena. È il riconoscimento che il sindaco di Modena ha voluto portare all’architetto modenese Cesare Leonardi nella giornata di oggi, mercoledì 3 giugno, in occasione del suo ottantesimo compleanno. Durante l’incontro, il sindaco e l’artista hanno parlato dello sviluppo della città, di architettura, del legame tra progetti e bellezza, e del fondamentale coraggio di innovare.

L’architetto Leonardi, nato a Modena, si è laureato presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Firenze, dove per un paio di anni è stato professore a contratto. Autore di opere di architettura, design, fotografia, scultura e pittura, a Modena apre uno studio in collaborazione con l’architetto Franca Stagi e sviluppa la sua ricerca progettuale mettendo al centro l’intervento a scala territoriale e lo studio del paesaggio. Sono suoi i progetti del Parco Amendola, del restauro del collegio San Carlo e della chiesa annessa a Modena, dei Centri nuoto di Vignola e di Mirandola, e della Città degli alberi di Bosco Albergati a Castelfranco Emilia.

I suoi progetti di architettura, design e fotografia sono pubblicati su riviste nazionali e internazionali, e i suoi lavori fanno parte delle collezioni dei maggiori musei del mondo: MOMA di New York, Victoria and Albert Museum di Londra, Centre George Pompidou di Parigi, Kunstgewerbemuseum di Berlino.

L’architetto è anche autore di alcune pubblicazioni, quali “L’Architettura degli” Alberi (Mazzotta, Milano 1982), “Il Duomo di Modena. Atlante fotografico” (Panini, Modena 1985), “La Struttura Reticolare A-centrata” (all’interno della rivista “L’arredo della città”, 1988) e “Solidi/Solids 1983-1993”, Logos, Modena 1995.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'architetto Cesare Leonardi premiato con la Bonissima

ModenaToday è in caricamento