menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decessi all'Opera Pia Castiglioni e a Villa Margherita, la Procura archivia

Sulle due strutture residenziali per anziani i Pm modenesi non hanno ritenuto vi siano state omissioni o sottovalutazioni che avrebbero potuto impedire contagi e decessi. Fascicoli ancora aperti per altre strutture

Arriva un primo punto fermo sugli aspetti giudiziari legati all'emergenza Covid, in particolare per quanto riguarda le strutture residenziali per anziani. In estate, infatti, la Procura della Repubblica di Modena aveva avviato diverse indagini per altrettante case di riposo teatro di numerosi decessi, inviando il Nas dei Carabinieri ad acquisire documentazione per vagliare i protocolli adottati dai gestori.

E' notizia di queste ore che i Pm titolari dell'indagine, i sostituti procuratori Claudia Natalini e Maria Angela Sighicelli, hanno richiesto l'archiviazione dei fascicoli relativi all'Opera Pia Castiglioni di Formigine e a Villa Margherita di Modena.

Nei registri degli indagati figuravano i legali rappresentanti e i coordinatori delle strutture - oltre al medico geriarta responsabile della struttura di Formigine - vale a dire quelle persone con responsabilità di garanzia rispetto ai tragici eventi che si sono verificati, con il dilagare del contagio fra i pazienti e gli operatori, che ha portato a numerosi decessi, compreso quello dell'operatrice sanitaria di Villa Margherita, la 36enne Anna Caracciolo.

Ebbene, la ricostruzione effettuata dalla magistratura sulle scelte interne delle due Cra non ha permesso di individuare comportamenti scorretti da parte dei responsabili. In altre parole, non vi sarebbero state nè omissioni sui protocolli sanitari, nè sottovalutazioni della situazione emergenziale che avrebbero potuto impedire quanto accaduto.

Di fatto la Procura ha riscontrato una corretta applicazione delle procedure, tenendo anche conto che il periodo assolutamente caotico - tra febbraio e marzo - vedeva una continua a rapida evoluzione delle normative. Uso delle mascherine, blocco delle visite dei parenti, isolamento e separazione degli ospiti e formazione del personale sono avvenuti nel modo corretto, anche se il virus è penetrato ugualmente.

Mentre la posizione dell'Opera Pia Castiglioni è già stata archiviata, quella di Villa Margherita lo sarà a breve, come richiesto dal Pm competente. Restano tuttavia aperti altri fascicoli relativi a diverse strutture provinciali, per le quali gli accertamenti e le valutazioni sono ancora in corso.

Covid, un terzo dei decessi in regione è avvenuto nelle case di riposo

Covid, un punto unico di vaccinazione per ogni provincia. Tutto in 46 giorni

Più controlli dei vigili, da Muzzarelli ancora un appello alla responsabilità

L’Ausl riattiva il servizio di consulenza psicologica contro lo stress emotivo da isolamento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento