rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Baggiovara

Finto tecnico razziava gli spogliatoi del personale, arrestato all'Ospedale di Baggiovara

Per una decina di giorni aveva rubato denaro e altri oggetti forzando gli armadietti di medici e infermieri, poi è finito nella rete della Polizia. Si era spinto addirittura nelle sale operatorie e nel reparto di Rianimazione fingendosi prima un tecnico poi un parente di un degente

Potranno tirare un sospiro di sollievo i medici e gli infermieri dell'Ospedale di Baggiovara e anche del Policlinico di Modena, dopo che la Polizia di Stato ha assicurato alla giustizia il ladro che da giorni imperversava per gli ospedali, facendo razzia di quanto di valore trovava negli armadietti del personale. Si tratta di un uomo di 55 anni, originario di Ferrara e già noto per diversi precedenti: gli agenti sono riusciti a trarlo in arresto la sera dello scorso mercoledì, 23 settembre, e ora si trova in carcere a Sant'Anna.

Da tempo infatti, la vigilanza dell'ospedale di Baggiovara e il Posto di Polizia ricevevano segnalazioni di misteriose sparizioni di oggetti, dopo che i rispettivi armadietti erano stati forzati. Un fenomeno che si è intensificato nell'ultima settimana, con ben sei colpi accertati, ma che certo non è nuovo e  che da un anno tiene impegnati gli agenti in una lunga indagine.

Questa volta, incrociando i dati e visionando le immagini delle telecamere interne all'ospedale, la Polizia è riuscita a dare un volto al ladro, che spesso era stato visto aggirarsi per i vari reparti, spesso fingendosi un tecnico della Manutencoop per poter accedere alle aree chiuse al pubblico. In una circostanza accertata, si era addirittura introdotto oltre i controlli di sicurezza della zona Rianimazione, fingendosi il famigliare di un degente. FOTO (21)-4-2

La scorsa sera, erano circa le 19.30, le guardie giurate si sono accorte della presenza del ricercato e hanno avvisato i poliziotti, che a loro volta hanno richiesto l'intervento dei rinforzi, mentre i vigilanti lo trattenevano. Con la scusa di un'urgenza fisiologica, il ladro ha cercato di disfarsi di quanto aveva appena sottratto, ma invano. Gli agenti infatti hanno perquisito il bagno e rintracciato il portafoglio e il badge di una dottoressa, insieme ad un altro tesserino identificativo, che l'uomo aveva nascosto nel controsoffitto dei servizi. Indosso, però aveva ancora i 30 euro tolti dal portafogli sperando di poterla fare franca.

Il 55enne è così finito in manette per furto aggravato e ricettazione ed il Tribunale ha convalidato l'arresto. La Polizia sta svolgendo altre indagini per approfondire tutti i colpi messi a segno, che si ritiene abbiano avuto come teatro non solo il nuovo ospedale di Baggiovara, ma anche il Policlinico e che avrebbero fruttato almeno un migliaio di euro in pochi giorni.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto tecnico razziava gli spogliatoi del personale, arrestato all'Ospedale di Baggiovara

ModenaToday è in caricamento