rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Sassuolo

Distretto ceramico, tre arresti per furti e spaccio durante la notte

Operazione a tappeto dei Carabinieri di Sassuolo: in manette un ladro sorpreso a rubare in una ceramica e due nordafricani che spacciavano droga per le vie del centro cittadino

Circa 90 le persone controllate, fra le quali 20 pregiudicati, ma soprattutto tre persone tratte in arresto. Questo il bilancio di un'intensa notte di controlli, quella tra mercoledì e venerdì scorsi, svolta congiuntamente da più mezzi e uomini dei Carabinieri di Sassuolo.

Il primo arresto riguarda un cittadino di origine nigeriana fermato in flagranza di furto. Nella notte, infatti, è pervenuta una segnalazione da parte del personale di vigilanza ad una azienda ceramica di Fiorano Modenese, il quale avvisava che nell’area cortiliva adibita a deposito era stato notato aggirarsi un furgone sospetto con un uomo a bordo. Sul posto i carabinieri constato come fosse stato forzato il cancello d’ingresso, individuavano un uomo che caricava del materiale ferroso ed attrezzatura varia a bordo di un automezzo. Fermato, A.A., 40enne, di origine nigeriana, già noto alle forze dell’ordine poiché non nuovo al compimento di questo tipo di reati, è stato tratto in arresto. La merce, tutta recuperata per valore complessivo di euro 1000 circa, è stata restituita al legittimo proprietario.

Due invece gli arresti effettuati per droga. Sempre nella notte infatti, nel quartiere Braida a Sassuolo, N.A. e F.M., entrambi 30enni di origine marocchina, sono stati fermati mentre cedevano della sostanza stupefacente a un giovane italiano. La droga, cocaina suddivisa in dosi, è stata sequestrata come pure il contante provento di spaccio. Gli accertamenti hanno permesso di chiarire la particolare organizzazione dei due: uno di questi contattava l’acquirente, stabilendo il posto dove incontrarsi. Salito a bordo dell’auto del cliente, proseguiva per le vie del centro, individuando il momento propizio per contattare il “pusher”, farsi raggiungere con lo stupefacente e quindi procedere alla consegna. 

In sede di giudizio direttissimo, il Tribunale di Modena ha convalidato l’arresto, confermando per i due il divieto di soggiorno nel Comune di Sassuolo. Denunciato alla Prefettura di Modena un giovane italiano quale assuntore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto ceramico, tre arresti per furti e spaccio durante la notte

ModenaToday è in caricamento