Corruzione per gli appalti Anas, coinvolti due imprenditori modenesi

In manette sono finite 9 persone, per la quali sono ipotizzati i reati di associazione per delinquere, corruzione ed estorsione. Tangenti e vacanze pagate per dirottare gli appalti

Corruzione finalizzata all'assegnazione di appalti e commesse del compartimento Anas di Firenze: con questa accusa, su richiesta della Procura di Firenze, sono stati arrestati lo scorso 19 aprile nove imprenditori, finiti ai domiciliari. Tra loro anche due modenesi, Domenico Guigli e Paolo Bertini.

Il primo è molto noto per aver ricoperto la carica di sindaco di Palagano ed è titolare della ditta Stradedil srl. Il secondo, invece, è il manager che gestisce la Corvetti Dante srl di Pievepelago. I due sono sospettati a vario titolo, che con tangenti dirette, chi con il pagamento di una vacanza, di aver corrotto i funzionari di spicco di Anas per determinare la sorte dei alcuni appalti stradali.

Contemporaneamente agli arresti, sono stati emessi anche mandati di perquisizione nei confronti delle proprietà dei nove imprenditori. L’attività di indagine del Ros dei carabinieri, nata dalle emergenze investigative che hanno protato a richiedere l’odierno provvedimento cautelare, concerne in particolare l’attività e la gestione di una delle imprese siciliane interessate agli appalti - già amministrata da uno degli arrestati , ed oggetto di perquisizione nella prima fase dell’indagine -, che risulta essersi aggiudicati appalti indetti dal Compartimento Anas di Firenze per oltre 5 milioni di euro nel 2015. In tale società risulta operare, quale “amministratore di fatto” (occulto), un altro degli arrestati, di intesa e comunque con l’appoggio di un noto avvocato palermitano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A sua volta questi, unitamente ad un ex assessore regionale ed un funzionario della Regione Sicilia sono interessati dalle indagini in corso in relazione a finanziamenti della Regione Sicilia nel settore residenziale turistico. Le attività di ricerca sono state estese anche ad uffici della Regione Sicilia. Quello odierno è solo l'ultimo capitolo dello scandalo che ha travolto Anas Toscana negli ultimi due anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento