Un evaso e un ricercato internazionale in manette per mano della Polizia

Mattinata intensa per gli agenti della Polizia di Stato di Modena, che hanno rispettivamente eseguito e collaborato all'arresto di un uomo evaso dagli arresti domiciliari e di un ricercato internazionale serbo accusato di produzione e vendita di sostanze stupefacenti

Due gli arresti avvenuti nei pressi del mantovano, che hanno visto coinvolta la Polizia di Stato modenese nella mattinata di ieri. Il primo è avvenuto in seguito ad un controllo di routine della Polizia di Mirandola che, dopo aver fermato una Toyota Yaris apparentemente regolare si è accorta delle illegalità che portava con sè. Dai controlli è infatti emerso che il passeggero non avrebbe dovuto essere lì, bensì nella sua abitazione: il 28enne è risultato essere sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. 

Il giovane, residente in provincia di Mantova, è stato arrestato con l'accusa di evasione. 

Il secondo arresto invece, riguarda un cittadino serbo di 38 anni accusato di produzione e vendita di sostanze stupefacenti in Serbia durante l'arco temporale gennaio-settembre 2016 e da allora ricercato. 

Grazie all'aiuto degli agenti del settore Anticrimine del Commissariato di Polizia di Carpi, l'uomo è stato arrestato in mattinata in località Poggio Rusco (MN).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Maxi sequestro a Modena Nord, fermato un Tir con 22 chili di cocaina

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
ModenaToday è in caricamento