rotate-mobile
Cronaca

Arresti medici Cardiologia, si muove la politica a tutti i livelli

Parole di denuncia arrivano da tutti i fronti politici, avanzate interrogazioni parlamentari, in Provincia si chiede di fare chiarezza al più presto sulla veri entità degli scandali

Il deputato Pdl Fabio Garagnani durante un'interrogazione parlamentare al miniato Renato Balduzzi ha chiesto che al più presto venga effettuata un'ispezione al Policlinico di Modena da parte dei parlamentari della commissione bicamerale d'inchiesta sugli errori in campo sanitario. Garagnani attacca anche la Regione, che "come minimo dovrebbe giustificare, di fronte a fatti di questa gravità, una omessa vigilanza che sino a prova contraria può apparire colpa grave e 'mi augurò e spero non connivenza o pressapochismo".

Sulla vicenda è intervenuto anche il Forum 'Welfare socio-sanitario' di Sinistra Ecologia Libertà di Modena, che in un comunicato pone l'accento sulle "stanze dei bottoni' della sanità", votate solamente a "logiche affaristiche in combutta con le multinazionali del settore, spesso per ottenere vantaggi personali. Sono famosi, a tal proposito, i convegni-vacanza in alberghi di lusso pagati dall'industria dei farmaci e dei dispositivi medici". Sel precisa di aver presente la differenza rispetto alla "cricca" dei medici, responsabile di episodi "penalmente rilevanti" ma "la vicenda, riconferma comunque il problema, etico e sociale, delle 'relazioni pericolose tra fornitori e personale preposto alla gestione delle strutture sanitarie. Queste pratiche sono inoltre dannose perché aumentano i costi del servizio sanitario pubblico e sottraggono risorse ai bisogni di cura dei cittadini".

Il caso ormai è in discussioni in tutte le stanze della politica e arriva anche alla Provincia di Modena, con un'interpellanza del consigliere Pdl Luca Ghelfi che ricorda come le cartelle cliniche siano state manomesse persino durante le indagini in corso da parte degli indagati, "senza sottovalutare la possibilità di reiterazione del reato a loro attribuito". Ghelfi sottolinea "che in questo lasso di tempo nessuna sanzione disciplinare è stata avviata in maniera cautelativa". Il consigliere Pdl chiede quindi al Presidente della Provincia Emilio Sabattini "se non ritenga che ci sia stata disattenzione, colpevole o colposa, da parte degli organi di controllo in generale, riguardo le sperimentazioni sull'uomo in atto nel reparto interessato dalle indagini".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti medici Cardiologia, si muove la politica a tutti i livelli

ModenaToday è in caricamento