rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Carpi

Traffico di anabolizzanti in palestra, quattro finiscono in manette

Un giovane Moldavo è accusato di essere il capofila di una piccola “squadra” che si procurava e smerciava sostanza proibite e pericolose tra i frequentatori delle palestre di Carpi e Modena

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Carpi hanno arrestato quattro persone per spaccio di anabolizzanti. L’indagine, partita a giugno scorso a seguito di alcuni accertamenti che avevano determinato il sequestro di modiche quantità di testosterone, ha permesso di individuare e mettere fine ad una consistente rete di traffici illeciti di anabolizzanti, con un sequestro complessivo di circa 200 flaconi a base di testosterone, stanozololo, nandrolone, tutte sostanze la cui pericolosità per la saluta umana è notoriamente conosciuta. 

I quattro indagati sono un 22enne moldavo arrestato in flagranza a luglio scorso, e tre italiani di età compresa tra i 30 e i 40 anni, residenti tra Carpi e Modena. Dalle indagini è emerso che questi, non solo vendevano tra di loro gli anabolizzanti, ma soprattutto rifornivano una decina di altri “sportivi”. Tutti, sia gli arrestati sia i clienti, sono ovviamente frequentatori di palestre locali. 

Le indagini hanno permesso di accertare che i canali attraverso cui avveniva il “rifornimento” sono riconducibili al mercato moldavo e a siti internet da cui i tre italiani effettuavano gli acquisti dei prodotti per poi rivenderli. Il Tribunale di Modena ha concordato pienamente con le indagini svolte dall’Arma carpigiana, emettendo un ordine di arresto con detenzione domiciliare a carico dei tre italiani, considerato che il cittadino dell’Est era già stato precedentemente arrestato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di anabolizzanti in palestra, quattro finiscono in manette

ModenaToday è in caricamento