menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di mefedrone, perquisizione e due arresti a Carpi

I militari dell'Arma sono risaliti a due spacciatori, che avevano in casa 60 grammi della rara sostanza stimolante, paragonabile allo speed o ad altre anfetamine

Ieri mattina un'operazione antidroga ha condotto i carabinieri del NORM di Modena fino a Carpi. L'indagine avviata nei giorni precedenti aveva gettato sospetti su due persone residenti nella città dei Pio, ritenute trafficanti di droga. L'intervento di ieri ha confermato i sospetti e permesso di sequestrare lo stupefacente, una sostanza piuttosto rara sul mercato locale.

Infatti, durante la perquisizione, sono stati rinvenuti circa 60 grammi di mefedrone, anche nota con il nome di "meow meow" o "M-kath", derivante dalla pianta di kath dalla quale viene estratto il principio attivo. Si tratta di una polvere bianca di produzione sintetica, che produce effetti stimolanti simili a quelli della cocaina o delle anfetamine, anche se di durata minore. Si può inalare per le vie aeree oppure, una volta diluita, assumere per endovena.

A finire in arresto per la detenzione della droga in questione sono stati un 46enne operaio nel settore biomedicale e un 35enne disoccupato, residente a Mantova ma di fatto domiciliato a Carpi.

I militari operanti hanno rinvenuto all'interno dell'abitazione un bilancino e alcune bustine di piccole dimensioni, probabilmente utilizzati ai fini dello spaccio, nonché una somma in contanti di oltre 6700 €, indicati come ipotetici proventi del reato.

I soggetti, una volta tratti in arresto, sono stati portati presso il comando provinciale dei carabinieri di Modena per gli atti di rito. L'Autorità giudiziaria, informata sui fatti, ha disposto il loro accompagnamento presso il carcere Sant'Anna di Modena in attesa della convalida del GIP.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento