Droga, ancora due arresti dei Carabinieri sul confine reggiano

Interrotta una compravendita di cocaina tra un 49enne e un 52enne a Novi di Modena

Ieri sera i Carabinieri del Comando Provinciale di Modena hanno portato avanti una ulteriore importante operazione contro lo spaccio di stupefacenti, arrestando in flagranza di reato due persone per il reato di detenzione ai fini dello spaccio. Un'attività che segue quella avvenuta il giorno precedente, sempre al confine con la provincia di Reggio Emilia.

Ieri i militati hanno notato arrivare a bordo ella propria auto in via Buonarroti, a Novi di Modena, un 49enne del posto originario del napoletano, già conosciuto per i suoi trascorsi penali. L’uomo si è fermato ed è stato raggiunto da un'altra persona, risultata poi essere un 52enne originario del reggiano. I due dopo avere conversato per qualche minuto si sono scambiati in modo furtivo una piccola confezione in plastica che, nel corso del successivo controllo, risultava contenere quasi 60 grammi di cocaina, da suddividere in dosi.

I due sono stati bloccati e perquisiti, poi i carabinieri si sono portati presso le abitazioni dei due, una a Novi e l'altra a Rio Saliceto, dove hanno recuperato ulteriori 19 grammi di cocaina, 1 grammo di hashish, la somma di 950 euro e due bilancini di precisione.

I due sono stati arrestati per il reato di possesso ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti e portati presso il Carcere di Modena, in attesa della convalida da parte del giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento