Il sedile dell'auto "imbottito" di 11 chili di cocaina, corriere arrestato al casello

La Polizia Stradale ha fermato un cittadino rumeno incensurato che viaggiava con un piccolo tesoro nascosto sulla sua Bmw cabrio. La polvere bianca avrebbe fruttato sul percato modenese quasi mezzo milione di euro

Ancora una volta la Sottosezione Modena Nord della Polizia Stradale ha messo a segno un importante sequestro di stupefacente, certamente il più ingente degli ultimi anni relativo alla cocaina. Il 26 ottobre scorso, infatti, gli agenti sono riusciti a recuperare ben 11 chilogrammi di polvere bianca, sequestrando l'intero carico di un corriere giunto a Modena per effettuare la sua consegna. L'uomo è stato bloccato pochi metri oltre il casello autostradale di Modena Sud, dal quale era appena uscito a bordo della sua Bmw cabrio con targa rumena.

Quello che era iniziato come un controllo di routine da parte dei poliziotti si è trasformato ben presto in un'operazione di vasta portata. Sull'auto si trovava un 29enne di nazionalità rumena, incensurato ma già sottoposto a controlli occasionali frequenti sulle strade italiane. Nonostante la frequentazione assidua con il nostro paese, lo straniero ha dichiarato di non conoscere la lingua e non è stato in grado di giustificare la sua presenza nel modenese.

Di fronte al silenzio e al nervosismo del 29enne, gli agenti hanno deciso di approfondire il controllo sul veicolo, scoprendo grazie ad un occhio attento e "allenato" un rigonfiamento insolito nei sedili posteriori dell'auto sportiva. Un esame attento ha permesso di trovare due pannelli di lamiera avvitati sul retro dello schienale e chiaramente non previsti nella dotazione di serie dell'auto: svitando le lastre metalliche si sono rivelato due scomparti nascosti all'interno dei quali erano ammassati diversi involucri di cellophane.

Il video del ritrovamento della droga

I pacchetti - pesati con scrupolo in diversi formati da un chilo, 500 e 250 grammi - contenevano cocaina con un elevato grado di purezza ed erano con ogni probabilità destinati a diversi spacciatori all'ingrosso nella provincia di Modena e nelle zone limitrofe. Il cittadino rumeno è quindi stato tratto in arresto e accompagnato presso il carcere di Sant'Anna, dove si trova ancora rinchiuso in attesa delle decisioni dell'Autorità Giudiziaria.

L'uomo non ha riferito nulla circa la sua "missione", per la quale è verosimile che egli stesso conosca ben pochi dettagli. Secondo gli agenti, infatti, si tratta di un semplice corriere cui era stato dato il compito di far arrivare l'auto in Italia, probabilmente all'oscuro degli stessi contatti locali noti ai soli fornitori. Una volta tagliata e immessa in commercio, la droga avrebbe potuto fruttare tra i 400 e i 500 mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

Torna su
ModenaToday è in caricamento