menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredisce la madre e il fratello, 26enne bloccato in strada con una spranga di ferro

Un giovane nordafricano regolarmente residente a Sassuolo, zona Braida, è stato arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e violazione di domicilio

Nella tarda mattinata di lunedì scorso gli agenti del Commissariato di Polizia di Sassuolo sono intervenuti presso il quartiere Braida a seguito di una segnalazione al numero di emergenza da parte di un giovane, vittima insieme alla madre di una aggressione fisica da parte del fratello. Giunti sul posto, gli agenti hanno trovato sulla strada la persona segnalata, un 26enne marocchino, armato di una spranga di ferro.

Poco prima, come riferito dal giovane aggredito, il fratello probabilmente sotto l'effetto di sostanza stupefacente, di cui è abituale consumatore, al termine di una lite scaturita per futili motivi aveva colpito con un pugno al volto lui e la madre all’interno della loro abitazione.

Il 26enne, nonostante la presenza della Polizia, non ha accennato a calmarsi e ha continuato nel suo atteggiamento aggressivo nei confronti dei familiari e degli agenti.

Il giovane - non nuovo a questi comportamenti, come testimoniato dai famigliari che tuttavia non avevano mai denunciato - al termine degli accertamenti è stato portato presso il carcere di Sant'Anna a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Le accuse sono di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e violazione di domicilio.

Il marocchino, regolare sul territorio italiano, risulta gravato da numerosi precedenti per rapina, furto in abitazione, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ferrari, a maggio apre il ristorante Cavallino di Maranello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento