Rapina alla giolielleria Galli di Vignola, presi anche il palo e il basista

Si chiude il cerchio intorno alla banda che lo scorso 3 marzo rapinò il negozio nel centro di Vignola. Dopo i tre arresti di aprile ora arrivano le denunce per altri due componenti del quintetto criminale

I Carabinieri di Modena, insieme ai colleghi di Castello di Cisterna (NA), hanno eseguito una seconda misura cautelare emessa dal g.i.p. Di Modena a carico di una persona indagata per il reato di rapina aggravata. Il caso è ancora quello di Vignola, dove il 3 marzo scorso si consumò una rapina a mano armata con risvolti violenti ai danni del personale e di una cliente della Gioielleria Galli di via Garibaldi. 

Nelle scorse settimane gli investigatori dell'Arma erano riusciti a identificare i tre autori del colpo, tre giovani italiani residenti nella provincia partenopea, e ad assicurarli alla giustizia, ma gli accertamenti nati proprio durante le fasi degli arresti hanno permesso di far emergere nuovi elementi. Dalle indagini, coordinate dal sostituto procuratore Luca Guerzoni, è infatti risultato che la banda fosse in realtà più articolata.

Non un trio, ma un quintetto, composto anche da un “palo” e da un “basista” che hanno avuto ruoli differenti ma cruciali per l'organizzazione e lo svolgimento della rapina. Nelle prime ore di questa mattina è così finito in carcere S.P., 21enne napoletano, raggiunto dai militari nella sua abitazione di Mugnano. I filmati delle telecamere comunali hanno ripreso la sua auto a Vignola la mattina del colpo e le cellule radio hanno tracciato il suo telefonino, non lasciando dubbi agli inquirenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È invece stato denunciato a piede libero un 22enne campano,  ma residente da tempo sulle colline intorno a Vignola. Il giovane, imparentato con uno dei rapinatori, ha avuto un importante ruolo logistico sia per l'individuazione dell'obbiettivo sia per la fuga. Nel corso delle perquisizioni sono stati rinvenuti e sequestrati alcuni monili in oro rubati da Galli e il borsone usato per trasportare la refurtiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Contagi, 123 casi nel modenese: 2 in Terapia Intensiva. Quattro decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento