Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Via Francesco Maria Molza

Circondano e derubano un'anziana sull'autobus, quattro donne in manette

Arrestate dalla Polizia di Stato quattro giovani borseggiatrici bulgare, che come ogni lunedì hanno colpito nell'area del mercato settimanale. Fondamentali i servizi degli agenti in borghese

Come accade con regolarità ogni lunedì, giornata di mercato, una pattuglia di giovani cittadine bulgare ha raggiunto Modena per mettere a segno borseggi e furti proprio nell'area del Novi Sad. Un fenomeno che si ripete ormai da anni e che di volta in volta miete le sue vittime, spesso donne anziane e sole che si recano al mercato per fare compere. Questa mattina, però, ad attendere al varco le malviventi c'erano anche gli agenti in borghese della Polizia di Stato, che avevano organizzato un controllo mirato.

Sotto l'occhio vigile dei poliziotti, quattro cittadine dell'Est, dopo essere salite sul bus n. 7 alla fermata adiacente il mercato, hanno circondato una anziana signora di 87 anni, per poi borseggiarla del portafoglio senza che se ne accorgesse. Scese alla fermata successiva, le quattro ragazze si sono spartite il bottino di 150 euro. Gli agenti in abiti civili hanno atteso il momento giusto, anche per non creare pericolo a bordo dell'autobus, poi le hanno bloccate.

Le quattro, di età compresa fra i 19 e i 25 anni, sono state accompagnate in Questura per accertamenti più approfonditi, al termine dei quali sono state arrestate per il reato di furto aggravato in concorso e trattenute presso le celle di sicurezza, come disposto dal Magistrato di turno, in attesa del processo con rito direttissimo.

L’anziana signora modenese, alla quale sono stati riconsegnati il denaro e gli effetti personali, recatasi in Questura per formalizzare la denuncia, ha manifestato la propria gratitudine agli agenti del Posto di Polizia Centro, ringraziandoli per il loro decisivo intervento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circondano e derubano un'anziana sull'autobus, quattro donne in manette

ModenaToday è in caricamento