Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Via Ferruccio Lamborghini

Arrestato dopo un tentativo di furto, era stato rimpatriato solo due mesi fa

Un nordafricano è stato fermato ieri in zona Tempio. Una volta accompagnato in questura è stato identificato, facendo emergere un decreto di espulsione che per cinque anni avrebbe dovuto tenerlo fuori dall'Italia

Nella giornata di ieri gli agenti della Squadra Volante hanno tratto in arresto un cittadino tunisino di 42 anni per inottemperanza al divieto di ritorno sul territorio nazionale. Gli operatori sono intervenuti all’interno della sede di Confesercenti, in via Paolo Ferrari, a seguito di una segnalazione relativa a un soggetto che tentava di introdursi nell’edificio, ma che, una volta scoperto dal personale di sicurezza, si era dato alla fuga.

Il tunisino, intercettato all’altezza di via Lamborghini, è stato bloccato dagli agenti ed accompagnato presso gli uffici della Questura per controlli più approfonditi dai quali sono emerse numerose condanne e precedenti in materia di stupefacenti e immigrazione clandestina, nonché un’espulsione dal territorio dello Stato con il divieto di reingresso nei successivi 5 anni, disposta dal Tribunale di Modena nel marzo scorso,

La stessa Polizia lo aveva accompagnato fisicamente sull'aereo diretto a Tunisi, ma evidentemente sono bastate poche settimane allo straniero per ritornare a Modena. Come disposto dal magistrato di turno, il malvivente è stato trattenuto all’interno delle celle di sicurezza della Questura in attesa di processo con rito direttissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato dopo un tentativo di furto, era stato rimpatriato solo due mesi fa

ModenaToday è in caricamento