Coltivazione idroponica all'avanguardia per la marijuana, giovane coppia in carcere

Un 28enne e la sua compagna 30enne sono finiti in manette a Zocca. In mansarda avevano allestito un impianto tecnologico dal valore di circa 60mila euro. Sequestrati 2 chili di droga e 154 piante

Un impianto di coltivazione idroponica ad alta tecnologia, capace di curare in maniera automatizzata la coltivazione delle piante di marijuana in argilla espansa, dosando i nutrienti nell'acqua, la composizione chimica del liquido, la temperatura, l'areazione dell'ambiente e altro ancora. Un sistema davvero all'avanguardia, mai visto prima sul territorio modenese per quanto riguarda la produzione di stupefacenti, e assemblato pezzo dopo pezzo con prodotti specialistici, per un valore di circa 60mila euro.

E' quanto hanno scoperto i Carabinieri di Zocca in un'abitazione del paese, dove abitava una coppia di fidanzati, un italiano di 28 anni e una cittadina ucraina di 30, incensurati e inoccupati. I giovani e la loro casa erano finiti da qualche tempo nel mirino degli uomini dell'Arma, che avevano notato un viavai sospetto presso l'edificio, situato in posizione abbastanza isolata. Così l'altro ieri - il 29 maggio - è scattato il blitz dei militari della stazione di Zocca e della Compagnia di Pavullo, che ha permesso di smascherare la coltivazione e i traffici illeciti della coppia.

L'impianto idroponico era stato collocato nella mansarda, raggiungibile solo da una botola a scomparsa. Al momento della perquisizione erano presenti nelle vasche di coltivazione 154 piante, di cui 38 già pronte per essere raccolte. L'attività aveva fruttato anche 2 chili di marijuana già confezionata e pronta per essere distribuita, sia direttamente ai clienti, sia ad altri pusher. I due giovani sono quindi finiti in manette con l'accusa produzione e detenzione ai fini di spaccio e si trovano attualmente in carcere in attesa della decisione dell'Autorità Giudiziaria.

Il sequestro ha riguardato non solo la cannabis e l'attrezzatura, ma anche 4.000 euro in contanti e diversi volumi utilizzati come manuali per apprendere e condurre al meglio la coltivazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento