Controllati durante un bivacco al parco XXII Aprile, reagisce e viene arrestato

Controlli della Polizia locale dopo le segnalazioni dei cittadini: fermati questa mattina due nigeriani che bivaccavano nel parco, un 26enne ha scagliato la bici contro gli operatori

È stato arrestato e sarà processato per resistenza a pubblico ufficiale un 26enne nigeriano che ha reagito con violenza a un controllo della Polizia locale di Modena, scagliando contro gli operatori una bicicletta e un catenaccio di sicurezza. L’uomo è stato individuato nella prima mattinata di oggi, lunedì 27 luglio, al parco XXII aprile durante un servizio di perlustrazione organizzato a seguito delle segnalazioni dei cittadini. Nell’operazione sono stati denunciati anche un altro nigeriano, che ha opposto resistenza allo stesso controllo, e un marocchino irregolare in Italia.

I due nigeriani sono stati scoperti mentre dormivano in un giaciglio di fortuna. Una volta svegliati per l’identificazione, hanno dato in escandescenze; il 26enne, apparso il più agitato, ha lanciato il veicolo e il dispositivo di chiusura contro gli operatori, ferendo, in modo non grave, gli agenti, mentre il connazionale 33enne ha rifiutato di essere controllato.

A causa della situazione sono intervenute nel parco diverse pattuglie che hanno provveduto al fermo dei giovani; in particolare, il 26enne (le sue iniziali sono E. Y.) è stato arrestato con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Accompagnato nelle celle di sicurezza del Comando di via Galilei, sarà processato per direttissima nella giornata di domani. Dalle verifiche a suo carico è emerso che, oltre a piccoli precedenti, non ha rispettato le norme sulla permanenza degli stranieri in Italia e quindi dovrà rispondere anche di questa accusa. Invece il 33enne, che è in regola col permesso di soggiorno, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e per aver rifiutato di dare indicazioni sulla propria identità. Infine, entrambi i nigeriani sono stati sanzionati amministrativamente, in violazione al Regolamento di polizia urbana, per il bivacco nel parco.

Durante le perlustrazioni, iniziate alle 6.30, è stato identificato anche un 53enne marocchino irregolare in Italia, già destinatario di un ordine di espulsione: è stato denunciato per inosservanza delle normative sugli stranieri e gli è stato notificato il provvedimento di allontanamento dal Paese che dovrà lasciare entro 7 giorni. Inoltre, è stato multato per il bivacco nell’area verde.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il servizio al parco XXII aprile segue i controlli effettuati nei giorni scorsi dalla Polizia locale in centro storico. I pattugliamenti, finalizzati a contrastare il fenomeno del degrado e compiuti pure da personale in abiti civili, avevano già portato all’identificazione di 12 persone e a una sanzione per ubriachezza molesta a carico di 38enne ivoriano. All’uomo, rintracciato in via del Carso, è stata inflitta una multa da 102 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Test sierologici gratuiti in farmacia, è necessario prenotare

  • Contagi, 81 nel modenese. Due decessi e due ingressi in Terapia Intensiva

  • Scuole, contagi in altre 21 classi. Cinque finiscono in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento