menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sette chili di cocaina nascosti sotto l'auto, corriere arrestato lungo l'Autobrennero

Ancora una brillante operazione della Polizia Stradale di Modena Nord, che ha fermato un automobilista 57enne, che aveva modificato la propria Golf con un comparto segreto. Proveniva dall'Austria ed era diretto nel cosentino. A bordo anche un revolver

Con la capacità di reperire preziose informazioni negli ambienti criminali e con un occhio molto allenato nel distinguere le automobili sospette, gli agenti della Polizia Stradale di Modena ci hanno abituato ad importanti successi nel contrasto al traffico di droga, che vede nella rete autostradale della nostra provincia un crocevia imprescindibile. Lo ha confermato anche l'operazione condotta lo scorso 9 dicembre, quando la PolStrada ha intensificato i controlli per gestire al meglio la viabilità in occasione del ponte dell'Immacolata.

Nella mattinata di venerdì, infatti, una pattuglia della Sottosezione Modena Nord ha intercettato lungo l'A22 una Volkswagen Golf che procedeva in direzione sud: ai poliziotti non è sfuggito uno strano rigonfiamento che si intravedeva sotto la scocca, del tutto inusuale per quel modello. A bordo si trovava il solo conducente, un 57enne calabrese, che è stato scortato fino al Comando. Qui è partita una perquisizione accurata del veicolo, che ha svelato un vero e proprio "tesoro".

Sotto il pianale della Golf era stato ricavato un tunnel in lamiera, alloggiato tra gli organi meccanici e capace di contenere svariati chilogrammi di materiale. Gli agenti, una volta aperto lo scompartimento segreto, hanno trovato ben sette panetti di cocaina purissima, per un peso complessivo di 7,55 chilogrammi. Insieme alla droga era stata impacchettata anche una pistola, un revolver calibro .38 con matricola abrasa e relativi proiettili.

Il 57enne è stato quindi tratto in arresto immediatamente. L'uomo, finora sconosciuto alle forze dell'ordine, risulta residente in provincia di Cosenza e si presume che il prezioso carico potesse essere diretto proprio a quel mercato, dove avrebbe fruttato almeno 2,5 milioni di euro. Sono in corso accertamenti per scoprire l'origine della sostanza: il corriere, infatti, proveniva dall'Austria, dove aveva dormito la notte precedente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento