Partita di coca non pagata, arrestato per tentata estorsione

In manette un 46enne modenese: dopo che un suo "cliente" era scomparso senza pagare un panetto di droga, l'uomo aveva cercato di rivalersi su un amico che aveva mediato la trattativa. Minacce e botte per incassare 12mila euro, comprensivi di interessi

Ci sono tutti i classici ingredienti da film thriller nel caso che ha tenuti impegnati nelle ultime settimane i Carabinieri di Modena: una storia di traffico di cocaina, che si è trasformata in estorsione e si è conclusa con un arresto. Nei giorni scorsi, infatti, è finito in manette un 46enne residente a Modena, bloccato il flagranza dai militari e portato in carcere.

Tutto è iniziato un paio di mesi fa, quando l'uomo ha ceduto una partita di cocaina del valore di circa 10mila euro ad uno spacciatore. Non un suo contatto diretto, ma un nome fornito da un intermediario, un 45enne sempre residente in città. Una volta però che il compratore ha messo le mani sulla droga, si è dato alla macchia senza pagare quanto dovuto, sparendo nel nulla. Il venditore non ha certo digerito lo sgarro e, non potendo rintracciare il diretto interessato, ha deciso di rifarsi sull'intermediario.

Il trafficante ha preteso dal 45enne il pagamento di 12mila euro, che avrebbero dovuto sanare sia la perdita per la coca che gli interessi e il “disturbo”. Per ottenere questa cifra non ha usato certo la cortesia, diventando sempre più pressante, facendo spesso visita alla vittima con insulti e minacce, per poi passare anche alle percosse, tendendo un agguato al debitore al Parco Ferrari.

Una situazione che è diventata insostenibile e ha convinto il malcapitato intermediario – a sua volta pregiudicato per reati di droga – a denunciare il fatto ai Carabinieri. Gli investigatori dell'Arma hanno acquisito le prove che testimoniavano quanto realmente accaduto e poi sono passate all'azione, tendendo un'imboscata al 46enne. L'uomo è stato infatti fermato mentre si stava recando per l'ennesima volta a casa della sua vittima per pretendere ancora il pagamento.

In stato di arrestato in attesa delle decisioni del giudice, per ora dovrà rispondere dell'accusa di tentata estorsione. Ovviamente però, tutte le indagini svolte dall'Arma su questa vicenda potrebbero fornire riscontri utili anche in merito al traffico di droga stesso. I protagonisti infatti, capaci di smerciare 10mila euro di cocaina alla volta, sono certamente tessere importanti nel quadro del mercato locale di stupefacenti, che continua a proliferare nonostante i continui sequestri e arresti da parte delle forze dell'ordine.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non pagano il pranzo e al matrimonio arrivano i Carabinieri: "Le buste non bastano"

  • Stasera su Italia1 anche Modena protagonista della puntata de "Le Iene Show"

  • Podista investito e ucciso, tragedia alla periferia di Carpi

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Via libera all'accensione dei termosifoni. Disponibile anche il bonus per le famiglie

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento