rotate-mobile
Cronaca Lama Mocogno

Razzie di cavi in rame in Appennino, tre persone arrestate dai Carabinieri

Un sequestro complessivo di mezza tonnellata è stato messo a segno da parte dei Carabinieri di Lama Mocogno. Il giudice ha disposto il divieto di dimora

La scorsa notte i Carabinieri della Stazione di Lama Mocogno e della Compagnia di Pavullo nel Frignano hanno tratto in arresto tre persone, ritenute responsabili di furto aggravato in concorso.

Nel corso di un controllo alla circolazione stradale, infatti, i militari hanno sottoposto a controllo l’autovettura su cui viaggiavano i tre: un accertamento ha permesso di rivelare che nel baule erano stati caricati oltre 200 chili di cavi in rame. Gli uomini dell'Arma hanno svolto alcuni accertamenti, scoprendo che i cavi erano stati rubati immediatamente prima in un capannone di un’azienda del luogo.

Viste le circostanze, è stata eseguita una perquisizione domiciliare, grazie alla quale sono stati scoperti ulteriori 300 chili circa di matasse di rame di dubbia provenienza.

Nel corso dell’udienza celebratasi questa mattina con il rito direttissimo in Tribunale, il Giudice ha convalidato l’arresto condannando i tre al divieto di dimora nel comune di Lama Mocogno.

I cavi sull'auto fermata-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzie di cavi in rame in Appennino, tre persone arrestate dai Carabinieri

ModenaToday è in caricamento