rotate-mobile
Cronaca Amendola / Viale Giovanni Amendola

Sorpresi a rubare batterie in un'officina, due arresti in viale Amendola

Una coppia di pregiudicati di origine tunisina è finita nuovamente in manette nel primo pomeriggio di ieri, dopo aver cercato di rubare batterie usate da un'autofficina di viale Amendola. La Polizia li ha braccati e arrestati nei pressi del parco

Ieri, approfittando della quiete della pausa pranzo domenicale, una coppia di ladri ha cercato di mettere a segno un furto ai danni dell'officina meccanica Autoriparazioni Amendola, situata sull'omonimo viale cittadino. Erano circa le 13.30 quando i due malviventi hanno tranciato la catena che chiudeva il cancello, accedendo così al cortile attiguo al capannone. Entrando con un furgone, i ladri si sono diretti verso il deposito delle batterie elettriche usate e hanno incominciato a caricare i preziosi "rifiuti", da cui si estrae piombo che finisce sul mercato nero.

La manovra, tuttavia, non è sfuggita al titolare dell'azienda, impegnato in alcuni lavori straordinari nonostante la giornata di chiusura. Il meccanico ha quindi lanciato l'allarme alla Polizia di Stato, che ha fatto arrivare lungo il viale due equipaggi delle Volanti. I ladri, accortisi di essere stati scoperti, hanno interrotto la loro razzia e sono saliti in fretta e furia sul furgone, uscendo verso il viale. Nel frattempo però, la Polizia aveva già imboccato l'arteria cittadina in entrambi le direzioni, per chiudere ogni possibilità di fuga.

In pochi minuti il furgone dei malviventi è stato intercettato e bloccato all'altezza del bar che si affaccia sul parco Amandola: i due sono stati ammanettati e condotti in questura, mentre le 65 batterie che erano già state caricate sul veicolo (per un valore di circa 1.000 euro) sono state restituite al legittimo proprietario. 

Sono così finiti in arresto due giovani tunisini, già noti alle forze dell'ordine. Il più giovane, un 29enne, era già stato arrestato per atteggiamenti violenti e porto d'armi, mentre il maggiore dei due, un 32enne, nel solo anno 2014 era stato beccato per quattro volte a compiere furti analoghi. Entrambi sono andati a processo per direttissima con l'accusa di furto aggravato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a rubare batterie in un'officina, due arresti in viale Amendola

ModenaToday è in caricamento