Furti con spaccata in centro storico, bloccato subito dalla Polizia

Scorribanda notturna in piazza San Domenico, dove la segnalazione dei cittadini ha permesso alla Volante di fermare un 40enne pluripregiudicato

La scorsa notte uno straniero ha scelto piazza San Domenico, accanto al Palazzo Ducale, per tentare una serie di furti con spaccata. Il rumore di vetri infranti - nella quiete assoluta di queste settimane - ha però allertato i residenti, che hanno immediatamente lanciato l'allarme al 112. Una pattuglia della Volante che stava pattugliando il centro storico è intervenuta immediatamente ed è riuscita ad identificare un uomo che cercava di nascondersi, accovacciato tra le auto del parcheggio della piazza.

Lo straniero è stato fermato e identificato in un 40enne di nazionalità senegalese, senza fissa dimora e ben noto alla giustizia italiana per una serie di condanne per svariati reati e per aver fornito nel tempo diverse identità differenti. L'uomo aveva con sè due bottiglie di vino, due giubbotti e denaro contante, risultati tutti rubati.

Il rapido sopralluogo dei poliziotti ha permesso di scoprire che il bottino era stato prelevato dal vicino Drink Bar dopo una spaccata. Anche l'adiacente Cartoleria Barbieri presentava un vetro parzialmente rotto e accanto alla vetrina si trovava ancora il blocco di cemento usato per  tentare il colpo, che in questo caso non era andato a segno.

Il 40enne è stato tratto in arresto per furto aggravato e sarà processato per direttissima - in videoconferenza - nel corso della mattinata di oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento