Esce dal carcere per lavorare con i servizi sociali, arrestato dopo aver picchiato la compagna

La misura alternativa alla detenzione è stata vanificata da un comportamento violentoi. La Polizia ha riaccompagnato in cella un 47enne pluripregiudicato per furto

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un cittadino italiano di 47 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Magistrato di Sorveglianza con il quale è stata disposta l’immediata sospensione dell’affidamento in prova presso i servizi sociali e il riaccompagnamento dello stesso presso il carcere di Sant'Anna. L’uomo era stato condannato in via definitiva nel 2018 per un cumulo pene inerenti reati contro il patrimonio.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto il 2 ottobre scorso, la Squadra Volante è intervenuta presso l’abitazione del 47enne dopo che la convivente aveva richiesto aiuto: durante una lite il compagno l’aveva colpita al volto, procurandole ferite poi medicate al Pronto Soccorso con prognosi di 8 giorni.

L’arrestato già nel 2018 era stato indagato per atteggiamenti violenti nei confronti della compagna. Rintracciato presso la propria abitazione dagli uomini della Squadra Mobile, il 47enne è stato portato in cella dove continuerà a scontare la pena per i furti commessi in passato,m in attesa del processo per maltrattamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

  • Contagi in leggero calo oggi a Modena, ma è record i decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento