Cronaca Via Emilia, 86

Caos nei camerini di H&M, ladro in manette e poliziotto in ospedale

Ieri nel negozio di via Emilia Centro un taccheggiatore ha reagito violentemente al controllo della guardia giurata e degli agenti, dopo essersi rifiutato di restituitre la merce che voleva rubare

L'ennesimo episodio di taccheggio sfociato in violenza ha tenuto impegnati ieri sera gli agenti della Volante e l'addetto alla sicurezza del negozio H&M di via Emilia Centro. La guardai giurata ha infatti notato intorno alle ore 20 tre stranieri che prelevano una gran quantità di vestiti e accedevano ai camerini, facendo presupporre un comportamento non certo limpido. Due di questi si sono accorti di essere finiti sotto la lente di ingrandimento e si sono allontanati rapidamente dall'esercizio commerciale dopo aver lasciato la merce. Un terzo, invece, ha tentato di portare a termine il colpo.

Lo straniero ha varcato la soglia dello store e qui è stato fermato dall'addetto alla sicurezza, che lo ha riaccompagnato dentro invitandolo a mostrare cosa aveva nello zaino: nel frattempo era già partito l'allarme alla Polizia, che ha inviato in via Emilia una pattuglia. Il giovane fermato è stato quindi accompagnato dagli agenti nei camerini, per scoprire se avesse indossato indumenti rubati sotto i propri, come effettivamente era accaduto.

Lo straniero ha però reagito violentemente e ha iniziato a distruggere quello che aveva a tiro, compresi i vetri dei camerini, accanendosi poi con calci e pugni contro un poliziotto prima di essere ammanettato e fatto salire in auto. Il 28enne algerino, in Italia senza fissa dimora, è quindi stato tratto in arresto per rapina impropria e la refurtiva - camicia, pantaloni e cintura - è stata restituita. L'agente aggredito è stato medicato al Pronto Soccorso e dimesso con 6 giorni di prognosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos nei camerini di H&M, ladro in manette e poliziotto in ospedale

ModenaToday è in caricamento