rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Carpi / Viale Nicolò Biondo

Rapina a mano armata al "compro oro", 29enne finisce in carcere

La Polizia di Stato ha eseguito ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un pregiudicato per il reato di rapina a mano armata relativa al colpo avvenuto a Carpi due anni fa

Nei giorni scorsi gli agenti de Commissariato di Polizia di Carpi hanno proceduto all’esecuzione della misura cautelare in carcere nei confronti di un 29enne residente in Campania, accusato del reato di rapina a mano armata in concorso.

I fatti si riferiscono a quanto accaduto il 30 maggio 2018, quando il giovane si era introdotto all’interno del negozio “Oro in Euro” di via Nicolò Biondo a Carpi e, dopo aver minacciato la commessa con una pistola alla tempia, si era fatto consegnare la somma di 40.000 euro custoditi nella cassaforte. Poi era fuggito con due complici.

Gli agenti intervenuti sul posto hanno potuto raccolto subito preziosi elementi di indagine grazie alle testimonianze e alle telecamere di videosorveglianza, mentre la Polizia Scientifica ha repertato elementi specifici quali frammenti papillari e tracce di sangue del malvivente dal cui esame è stato possibile individuare il suo DNA.

Dopo oltre un anno le indagini hanno permesso l’individuazione dell’auto utilizzata dai rapinatori, un furgone Fiat Fiorino rubato tre ore prima nel comune di Soliera. In un secondo momento si è risaliti all'identità di uno dei tre autori della rapina. E' emerso che il giovane era un “professionista del crimine”, specializzato nelle rapine presso oreficerie del nord Italia. Nel 2018 era stato arrestato in flagranza di reato per una rapina in provincia di Fermo e sottoposto nel 2019 a provvedimenti di custodia cautelare in carcere per tre rapine ai danni di gioiellerie a Grosseto e Milano e per una rapina a mano armata presso un istituto di credito di Ascoli Piceno.

L’uomo, pendolare del crimine, si spostava dal capoluogo campano verso le città del nord Italia insieme ad altri complici, rendendo così più difficili le indagini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armata al "compro oro", 29enne finisce in carcere

ModenaToday è in caricamento