rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca Spilamberto / Via San Vito

Rapina alla farmacia di San Vito, in manette uno dei tre criminali

Una attenta indagine dei Carabinieri di Spilamberto ha permesso di identificare un componente della banda che ha assaltato il negozio lo scorso 30 maggio, dando poi fuoco all'auto usata per il colpo. Fondamentale il dettaglio delle scarpe indossate dal malvivente

Alle 15.50 dello scorso 30 maggio la farmacia di San Vito di Spilamberto era stata il bersaglio di una rapina messa in atto da una banda di tre persone. I malviventi erano arrivati a bordo di un'auto - una Bmw rubata due giorni prima a Modena - e avevano cercato di fare irruzione nel negozio, armati di cutter. Solo una pronta e tenace reazione della farmacista aveva impedito loro di portare a compimento il colpo: la dottoressa aveva prima tentato di bloccare la porta dall'interno, poi aveva ingaggiato una colluttazione con due dei rapinatori.

Uno scontro per fortuna senza conseguenze fisiche per la donna, che era così riuscita a far desistere i ladri, anche con la complicità di un negoziante vicino che era intervenuto in seguito alle urla della farmacista. I tre erano quindi risaliti a bordo dell'auto, fuggendo in direzione di Spilamberto e facendo perdere le proprie tracce.

Tracce che erano riapparse poco dopo nei pressi di Settecani di Castelvetro, dove i Vigili del Fuoco erano intervenuti per l'incendio all'auto abbandonata lungo la pista ciclabile, che i malviventi avevano dato alle fiamme. E' stato proprio questo tentativo di coprire ogni possibile indizio che ha invece fornito ai Carabinieri di Spilamberto un elemento fondamentale per le indagini, che sono iniziate immediatamente e proseguite per alcuni mesi.

La rapina e il "rifornimento" nelle immagini delle telecamere - IL VIDEO

Dopo la tentata rapina uno dei tre si era recato ad un distributore di carburante della zona con la sua auto privata, fingendo di essere rimasto a secco e facendosi consegnare un po' di benzina in una bottiglia di plastica, liquido poi usato per distruggere la Bmw. Comparando i filmati delle telecamere dell'area di servizio e quelli della farmacia di San Vito è statoi possibile notare che l'uomo indossava lo stesso paia di scarpe. Attraverso la targa dell'auto e altre evidenze investigative si è poi risaliti all'identità del rapinatore.

E' così finito in manette per rapina, furto in abitazione e danneggiamento a seguito di incendio un 45enne, già noto alle forze dell'ordine per precedenti penali e pregiudizi di polizia. Sono invece in corso gli approfondimenti sul conto dei due complici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla farmacia di San Vito, in manette uno dei tre criminali

ModenaToday è in caricamento