Rapina al supermercato, 40enne incastrata dal'impronta su una banconota caduta

Una brillante indagine dei Carabinieri di Carpi ha permesso di arrestare un rapinatore. Dovrà scontare tre anni di carcere

Dopo una serie di indagini ieri pomeriggio i carabinieri della Compagnia di Carpi hanno arrestato un uomo 40enne - originario di Napoli, ma residente in città-  ritenuto il responsabile di una rapina a mano armata commessa qualche tempo fa all’interno di un supermercato carpigiano.

Secondo quanto ricostruito dall'Arma, l'uomo era entrato all’interno del negozio armato di una pistola con cui aveva minacciato le cassiere, riuscendo ad impossessarsi di qualche migliaio di euro costuditi nelle casse. Completamente travistato, si era poi aggirato fra i clienti, riuscendo anche a strappare un braccialetto d’oro ad uno di loro, noncurante del sistema di videosorveglianza, prima di  andarsene indisturbato a bordo di una utilitaria.

Sul posto erano intervenuti i militari del nucleo operativo, che dopo un accuratissimo sopralluogo, erano riusciti ad individuare e ad esaltare una impronta digitale parziale che l’uomo aveva inavvertitamente lasciato su una banconota da 20 euro caduta sul pavimento. L’esame incrociato dei cosiddetti punti caratteristici dell’impronta, oltre che la comparazione del profilo genetico estrapolato dalla banconota stessa e messo a confronto con il DNA custodito nell’apposita banca dati, hanno restituito con certezza scientifica l’identità del colpevole.

Il Tribunale di Modena, ritenendo le indagini condotte ampiamente sufficienti per dimostrarne la colpevolezza, lo ha condannato alla pena della reclusione di tre anni e otto mesi che l’uomo dovrà scontare nel carcere modenese di Sant’Anna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento